A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

La risposta del Cefalù Calcio

 

La società ASD Cefalù Calcio, non vuole smentire l'articolo di Cefalù Sport ("Incrinati i rapporti sportivi tra Castelbuono e Cefalù" ndr.) bensì, vuole puntualizzare su alcuni punti:

  1. Non vi è nessun incrinamento delle amicizie tra le due società visto che, a questo, ci ha già pensato la società ASD Castelbuono che, lo scorso anno, con il suo comportamento societario scorretto nei confronti dei nostri tesserati, ha promesso un mondo di stelle.

  2. Il Cefalù Calcio non ha bisogno di alcun aiuto da parte della società ASD Castelbuono: non capiamo quale aiuto ci possa dare a livello umano, dal momento che, su quello sportivo, il suo comportamento si potrebbe chiamare illecito

  3. I regolamenti vengono fatti per essere messi in atto: se qualcuno li infrange (involontariamente o "in buona fede") vi è una sanzione da pagare. Sicuramente, qualcuno ricade sempre in errore (vedi la squalifica del giocatore Scardina nella precedente stagione, 2013/14 o il tesseramento del giocatore Esposito in questa stagione, 2014/15). Quindi, al posto di cercare inimicizie con le altre società, consigliamo alla società ASD Castelbuono di cercare, nella propria società, chi non sa compiere il suo lavoro.


Ancora oggi non sappiamo che piega potrà prendere il ricorso ma, qualsiasi sarà il verdetto, il Cefalù Calcio, augura, comunque, buona fortuna alla società ASD Castelbuono Calcio per il prossimo futuro.

 

L'addetto Stampa Matteo Di Fina - www.cefalùcalcio.it

Derby infuocato al S.Barbara: contro il Real decide Caronia

Un guizzo risolutore dell’attaccante ex Montemaggiore permette ai gialloblu di vincere la partita; grande nervosismo dentro e fuori dal campo


 


Il terzo atto di questo campionato di Promozionegir.B- mette in scena un altro derby tutto palermitano fra Cefalù Calcio e Real Calcio di Finale, mentre l’inseguimento ravvicinato nei confronti della capolista Rocca (che rifila l’ennesimo poker alla Stefanese) continua. Un derby davvero infuocato e vibrante fra queste due squadre, che in confronto quello di Castelbuono è sembrato quasi una tranquilla scampagnata tra amici. Per Minutella questa è l’occasione per allungare, mentre per Cinquegrani è un’opportunità per beffare i rivali normanni fra le mura del S.Barbara.

CEFALU’ DOMINA E COLPISCE, REAL ASSENTE- All’ingresso in campo, il Cefalù ritrova tra i pali Alessio Fiduccia; rientrano dalla squalifica Villafranca e Ceraulo, mentre M.Geraci è ancora out. Minutella sperimenta un 4-3-3 con l’attaccante Fazio in veste di esterno basso, mentre il tridente è composto da Sferruzza, Vegna e Caronia. Assenti illustri –ma presenti in panchina- i vari Mantia, D’Amico e Tomasello. Si parte subito a ritmi alti, coi gialloblu votati all’attacco; in tre occasioni si vede l’imbarazzo della scelta dei padroni di casa sui calci piazzati: Restivo (difensore), Vegna (attaccante) e Ceraulo (centrocampista) sono degli assi, e creano occasioni da goal rispettivamente al 16’ e al 22’ (quando l’attaccante colpisce anche la traversa), condite al 40’ dalla botta da fermo del centrocampista che costringe Nasca al miracolo. In mezzo, però, c’è la rete messa a segno da Caronia, quando il cronometro segna il 30’: taglio verticale intelligentissimo di Sferruzza, difesa tagliata in due e invito a nozze per l’attaccante, che scavalca Nasca con facilità. 1-0 e il gioco è fatto.

 

SUPER CARONIA, E’ LUI IL MAN OF THE MATCH- L’uomo derby continua a essere Caronia anche dopo il riposo, ma inizialmente si assiste ad una brutta ripresa. Non succede molto dopo il vantaggio, ma il Cefalù è padrone del gioco, del risultato, del derby. Se nei primi 45’ i gialloblu sfoggiano forse la migliore prestazione vista sinora, nel secondo periodo la gara si appiattisce e il gioco viene spezzettato. Gli ospiti giocano sempre sull’onda del nervosismo: fioccano le polemiche in campo e purtroppo anche tra gli spalti, ma senza conseguenze, tranne una pioggia di cartellini incessante ad opera di un ottimo Gianquinto della sezione di Trapani, che evita di scaldare troppo gli animi e non si lascia sfuggire quasi nulla. Negli ultimi dieci minuti si scatena il talento e l’ingegno di Caronia, che colleziona palle goal a ripetizione: prima una scorribanda dalla destra di Bertolino, conclusa con la capocciata del furetto gialloblu che si spegne di pochissimo a lato, infine uno splendido destro a giro dai 30 metri bloccato da un grandissimo Nasca. I minuti di recupero sono quattro, e per poco non ci scappa il pareggio. Rossoblu che rischiano seriamente di strappare via un punto con l’unico tiro di giornata, peraltro, carico di veleno: Norato trova un palo pazzesco con un tiro potente, partito dall’interno dell’area infrangendosi sul sette. Brivido e miracolo per il Cefalù, graziato nel finale di gara dalla buona sorte.

 

L’incontro si chiude con il ‘minimo sindacale’ per un Cefalù che avrebbe meritato un risultato più largo, ma quando non si capitalizza si rischia perfino di rimanere beffati, e per stavolta non è andata così. Fortunatamente, per gli uomini di Minutella, i rischi sono stati praticamente nulli e ci si è concessi il lusso di sbagliare anche qualche fraseggio. Un ultimo importante dato finale: nella prossima settimana sarà discusso il ricorso del Cefalù in merito ad un errore tecnico nel derby di Castelbuono giocato la scorsa Domenica. L’incontro non era stato omologato per via di un giocatore, Esposito, presente in distinta pur senza essere ancora effettivamente tesserato, e pertanto facente ancora parte della squadra Castelbuonese, che milita nel campionato di Eccellenza. A questo punto, i gialloblu potrebbero ritrovarsi a punteggio pieno, in vetta a quota 9 punti: certamente un bel vedere per una squadra che ha ancora enormi margini di miglioramento, da qui in avanti.


 


Cefalù 1-0 Real Calcio

 

A.S.D. Cefalù Calcio: Fiduccia, Fazio(amm.27’;85’Alfonzo), Ingrassia, Ceraulo(amm.56’), Compagno, Restivo, Villafranca(54’D’Amico), Bertolino, Sferruzza, Vegna(60’Badalamenti), Caronia. All.Minutella. A disposizione: Ciolino, Materazzo, Mantia, Tomasello.

 

Real Calcio: Nasca, Madonia, Calistro(amm.37’;46’Giannusa), Ciardo, Longo, Di Lorenzo(62’Riccobene,amm.90’), Arena, Miserendino, Pantina(amm.14’;46’Norato),Città(amm.83’), Zafonte.All. Cinquegrani. A disposizione: Fragapane, Martorana, Solaro, Macaluso.

 

Arbitro: Gianquinto di Trapani / ass. Farina-Cracchiolo (PA)

Reti: 30’Caronia

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

®Riproduzione Riservata

Lista convocati Cefalù Calcio - Real Calcio


In vista del derby di domani tra Cefalù Calcio e Real Calcio, mister Minutella ha deciso di convocare tutti i giocatori disponibili della rosa. 

La partita si disputerà domani alle ore 15.00 presso lo stadio Santa Barbara

L'appuntamento per la squadra, invece, sarà presso il lido Poseidon alle ore 11.00

 

 

 

L'addetto stampa Matteo Di Fina - www.cefalucalcio.it 

 

 

 

 

 

 

Ultimo giorno di mercato: i movimenti in uscita del Cefalù Calcio

 


Nell’ultimo giorno utile prima della chiusura delle liste trasferimenti, la società A.S.D. Cefalù Calcio ha piazzato le sue ultime mosse di calciomercato con una serie di spostamenti in uscita. Eccoli nel dettaglio:

 

  • Zangara Luca passa al Vismara 2008, Eccellenza (Marche)
  • Maranto Giuseppe passa al Lascari, prima categoria
  • Aiello Pierluca, Marsala Pasquale, Gatta Gaetano, Mocciaro Danny passano alla Pro Loco S.Ambrogio

 

 

Il direttivo, in tutti i suoi componenti, augura il meglio a questi ragazzi per il prosieguo delle loro carriere calcistiche.


 

 

La dirigenza – www.cefalucalcio.it -

DERBY A NERVI TESI: Castelbuono acciuffato in rimonta dal Cefalù, finisce 2-2

Ai goal di Sardina e Marcoccio risponde due volte Vegna su rigore. Rimonta d’orgoglio dei gialloblu, in undici contro dieci, per un secondo tempo da incorniciare.


 

 


E’ solo la seconda giornata, ma è già tempo di derby al Failla di Castelbuono. E’ già tempo di fare sul serio per Castelbuono e Cefalù, impegnate in un derby delicato e che non ha deluso le tante aspettative dei presenti sugli spalti, ma sfuma il tentativo di rimanere sulla scia del Rocca, vittorioso per 4-1 sul Campofelice. Al termine dell’incontro le due squadre si annullano a vicenda, con un risultato forse non utilissimo (2-2) ma che dà preziose indicazioni per entrambi i tecnici.

COSTANO CARO DIECI MINUTI DI BLACKOUT- L’incontro è ‘spaccato in due’ da un Cefalù dai due volti: tra ombre e luci, gli uomini di Minutella dimostrano di essere superiori, concludendo di più, ma con un’imprecisione imbarazzante che costa caro di fronte alla concretezza mostrata dai padroni di casa sul piano della finalizzazione. Già al 5’ c’è da mangiarsi le mani con D’Amico, che d’un soffio non devia in rete a due passi da La Mattina, su taglio invitantissimo di Caronia. Occasione della vita anche per Tomasello che, intorno la mezz’ora, effettua un tocco di troppo su contropiede, lasciandosi sfuggire via il pallone dall’estremo difensore, proprio sul più bello. Un minuto dopo, al 27’, la rete di Sardina infuoca il derby sugli sviluppi di un corner: ingenuità in uscita del portiere classe ’97 Tarantino, che pecca d’inesperienza e concede metri al capitano dei biancorossi per insaccare, tranquillo, in porta. Il raddoppio in fase di chiusura di Marcoccio, è una mazzata al morale che sembra già chiudere i conti: potente e preciso il tiro all’interno dell’area piccola, ma ancora una volta Tarantino è posizionato malamente. Chance da una parte e dall’altra insomma, ma Cefalù sprecone e Castelbuono maggiormente incisivo, meritatamente in vantaggio sul punteggio di 2-0. Giù il cappello.

 

IL CAPOLAVORO IN RIMONTA DEI GIALLOBLU- Orgoglio, voglia di rivalsa, abnegazione. Il Cefalù di Minutella sfoggia tutte queste qualità nel secondo periodo, giungendo all’insperato 2-2. Il tecnico ha ridato grinta e agonismo ai suoi durante l’intervallo, e il suo apporto è ben visibile in campo: gialloblu molto più sicuri dei propri mezzi, che vanno senza paura incontro all’avversario; per contro il Castelbuono, pago del risultato di vantaggio, sembra astenersi completamente dall’incontro. C’è da risalire la china, ma la squadra del presidente Cimino vive una rimonta incredibile nella ripresa. Le cose si mettono subito in discesa al 50’, grazie all’atterramento ai danni di Sferruzza, sugli sviluppi di un’azione convulsa in piena area: dal dischetto Vegna spiazza La Mattina e riaccende le speranze di un pari. Adesso è un altro Cefalù, con le chiavi del gioco in mano e un Castelbuono timoroso e messo alle corde: al minuto 60’ intervento plateale su Tomasello all’ingresso dell’area, ma il direttore di gara Saputo non ravvisa irregolarità; infuriano le polemiche, con l’arbitro reo di essere stato troppo lascivo su alcuni interventi piuttosto duri. Nervi tesi, pioggia di cartellini, ma il Cefalù continua ad attaccare e a venti minuti dal termine Vegna è abbattuto in area: l’intervento irregolare costa caro al capitano Sardina, che viene cacciato dal rettangolo di gioco per somma di ammonizioni, Castelbuono dunque in dieci. Dal dischetto parte ancora Vegna che non sbaglia, 2-2 che fa esplodere di gioia i cefaludesi.

 

Poteva andare molto peggio a questo Cefalù, dopo il vantaggio iniziale di 2-0 maturato dai castelbuonesi al termine del primo tempo. La squadra allenata da Minutella -ancora orfana di Marco Geraci e priva anche di Villafranca e Ceraulo- è scesa in campo con una formazione parzialmente ‘incerottata’, ma soprattutto, ha saputo andare oltre l’ostacolo, in un campo ostico come quello della formazione del neo-tecnico Scalia. Due punti persi per i padroni di casa, che giocano d’astuzia e intelligenza nel primo tempo, e gettano alle ortiche quanto di buono costruito nella ripresa; a essere soddisfatto è sicuramente il Cefalù, che ha fatto vedere a tutti il proprio carattere… intanto il Rocca vola, e Sabato è di nuovo tempo di derby, in casa, contro il Real Calcio di Finale.


 


Castelbuono 2-2 Cefalù

 

Castelbuono: 1 La Mattina; 2 Esposito(amm.46’), 3 Inzeraulo; 4 Palazzo(amm.80’), 5 Rizzo(75’Bonanno); 6 Sardina cap.(amm.46’-70’); 7 Fricano, 8 Bonomonte(amm.74’); 9 Marcoccio, 10 Adami(amm.28’), 11 Dragna(75’Pistoia). All.Scalia. A disposizione: Marziani, Alisena, Scalia, Falanga, Dentino.

 

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Tarantino, 2 Badalamenti, 3 Mantia(amm.22’;46’Ingrassia); 4 Bertolino; 5 Compagno cap.(amm.50’), 6 Restivo; 7 Caronia, 8 D’Amico, 9 Tomasello, 10 Vegna, 11 Fazio(46’Sferruzza). All.Minutella. A disposizione: Fiduccia, Alfonzo, Materazzo, Alletto, Giordano.

 

Arbitro: Saputo di Palermo

Reti: 27’Sardina; 45’Marcoccio; 50’-70’ Vegna (rig.)

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Lista convocati Castelbuono - Cefalù Calcio

Ecco la lista dei convocati di Mister Minutella in vista della seconda partita di campionato di Promozione, girone B che vedrà il Cefalù affrontare, fuori casa il Castelbuono.

Portieri: Fiduccia, Tarantino

Difensori: Ingrassia, Mantia, Compagno, Badalamenti, Restivo, Alfonso

Centrocampisti: D'Amico, Caronia, Materazzo, Ceraulo, Bertolino, Giordano, Fazio, Alletto

Attaccanti: Vegna, Tommasello, Sferruzza

 

 

 

L'addetto stampa Matteo Di Fina - www.cefalucalcio.it

E’ subito vittoria per il Cefalù: la magia di Restivo vale tre punti

Contro la Santangiolese basta una punizione-capolavoro del difensore per sbloccare il match. Le squadre chiudono in dieci contro dieci, espulso anche il presidente dei messinesi.


 

 


Alla fine è servito l’episodio per consentire al Cefalù di vincere un incontro estremamente tirato: il match-winner di giornata è nientemeno che il difensore Restivo, che salva i suoi sfoderando un capolavoro di punizione, decisiva quanto letale per la Santangiolese, sconfitta 1-0.

Il nuovo Cefalù (targato come sempre dal mister Minutella) non delude mai all’esordio, ma nell’anticipo di questo Sabato impatta -almeno inizialmente- contro un’arcigna difesa messa in piedi dalla squadra del tecnico Palmeri: i messinesi giocano una partita di attesa, difendendo praticamente con ogni mezzo la propria porta, al punto da commettere falli in modo sistematico. In mezzo a larghi tratti di partita costellati da queste schermaglie, non poteva che essere il piccolo dettaglio a fare la differenza, e così è stato.

Contro i biancoazzurri, i padroni di casa scendono in campo con un’inedita seconda maglia colorata di rosso; tra i pali, a sorpresa, c’è il classe ’97 Tarantino, accompagnato dagli altri due Juniores, Ingrassia e Fazio (cefaludese, neo-acquisto prelevato dal Campofelice, subito titolare). Tra i grandi assenti bisogna ricordare Francesco Compagno -squalificato- e Marco Geraci –out 20 giorni-.

TANTO CEFALU’, MA ANCHE TANTI CARTELLINI- Non è certo esaltante la prima frazione di gioco, caratterizzata da una serie di conclusioni imprecise da parte dei gialloblu, che non trovano nessuna risposta degli ospiti, più attenti a coprirsi, anche al costo di ricevere continue sanzioni dal direttore di gara Scarantino di Caltanissetta.

Al 5’ è Badalamenti a impegnare Lamonica, con un tiro insidioso partito dall’ingresso dell’area, ma il portiere blocca senza troppi grattacapi. Intorno la mezz’ora è decisivo il salvataggio di Tarantino, coraggiosissimo in uscita, quando strappa via il pallone dalla fronte di Balastro, lasciato solo. Colpo di scena quando i due capitani (Villafranca e Pintaudi F.) lasciano il campo anzitempo per proteste verso l’arbitro, che rifila loro la somma di ammonizioni tra il 35’ e il 44’. Il vero acuto si registra nel finale, con la punizione di Ceraulo che colpisce in pieno l’incrocio dei pali: brivido mostruoso al termine di un primo tempo poco spettacolare, ma discreta prova del Cefalù.

IL LAMPO DI RESTIVO SBROGLIA LA MATASSA- Come da copione, la seconda frazione segue la scia dei precedenti 45 minuti: pochi tiri in porta e gioco fermo per molti minuti, col taccuino dei cattivi in continuo aggiornamento, ancor di più di quello delle azioni salienti. Caronia e D’Amico si scatenano su inserimento e su palle alte, ma sembra tutto inutile; ci vuole un difensore centrale, Restivo, per superare di misura la tosta avversaria: splendido il destro a giro sul piazzato, che gonfia la rete dopo aver sfondato il sette.

Ultimi minuti di partita, ancora una volta, macchiati dalle polemiche arbitrali: anche il presidente della Santangiolese viene espulso per aver contestato l’assegnazione di un fuorigioco da lui considerato inesistente. Per finire, c’è ancora tempo per recriminare un rigore -questa volta in favore del Cefalù- lamentato da Vegna, che viene atterrato in area quando il cronometro segna il minuto 96’. Dopo un recupero interminabile, l’incontro finisce sul risultato di 1-0.

L’attesa è finita: dopo tante settimane è ripartito il campionato per il Cefalù, e adesso a parlare sarà il campo. E’ già tempo di polemiche arbitrali in questa nuova stagione, e perfino in questa giornata d’esordio la terna arbitrale ha avuto il suo da fare, condizionando anche l’incontro, almeno sul profilo nervoso. Quello che contava oggi, era accaparrarsi i primi tre punti della stagione -con o senza la prestazione-, ma il Cefalù ha dimostrato di essere unito e compatto, offrendo anche qualche spunto interessante: ha retto bene la difesa con un Bertolino in veste di regista arretrato; perfetto il centrocampo -molto propositivo- dove a fare da metronomo c’è un Ceraulo in gran forma. E Domenica è già tempo di derby, contro il Castelbuono.


 


Cefalù 1-0 Santangiolese

 

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Tarantino; 2 Badalamenti, 3 Ingrassia, 4 Ceraulo, 5 Bertolino, 6 Restivo, 7 Villafranca cap.(amm.35’-44’), 8 D’Amico(amm.73’); 9 Tomasello(amm.38’,Vegna 57’), 10 Caronia(amm.17’), 11 Fazio(Chiappone 71’). All. Minutella. A disposizione: Fiduccia, Alfonzo, Alletto, Mantia, Sferruzza.

 

Santangiolese: 1 Lamonica, 2 Bruno(Princiotto L. 83’), 3 Pintaudi T., 4 Pintaudi F. cap.(amm.35’-44’), 5 Marziani, 6 Balastro(amm.15’), 7 Mangano(Passalacqua 88’), 8 Cocivera(amm.18’), 9 Pintaudi S.(Arasi 60’), 10 Gullà(amm.33’), 11 Spinella(amm.70’). All.Palmeri. A disposizione: Giuttari, Locorotondo, Cortolillo, Princiotto D.

 

Arbitro: Scarantino (CL) / ass. Pintus (CL) Palumbo (AG).

Reti: 63’Restivo.

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Lista convocati Cefalù-Santangiolese: presente anche il nuovo acquisto Fazio

C’è anche il nuovo acquisto Fazio, prelevato dal Campofelice, alla prima di campionato del Cefalù Calcio. Con lui, il resto della squadra al completo, pronta per l’importante impegno contro la Santangiolese (l’incontro avrà inizio alle ore 16:00 presso lo stadio S.Barbara).

Per i giocatori, l’appuntamento è alle ore 12:00 presso il Lido Poseidon, e da lì, dopo pranzo, tutti si sposteranno verso il campo da gioco (ore 15:00).

Vi aspettiamo numerosi, e non vediamo l’ora di iniziare una grande stagione, tutti insieme.

 

La dirigenza – www.cefalucalcio.it -

Vigilia Promozione, la parola a mister Minutella: ”Voglio riportare il calcio che conta a Cefalù”

L’intervista di Luca Macaluso (responsabile sezione sportiva Cefalunews) al tecnico cefaludese, alla vigilia dell’importante sfida di campionato contro la Santangiolese.


 

 

1- “ Il campionato è ormai alle porte: come si sta preparando la sua squadra per la partita d’esordio?”

 

<< Lavoriamo ininterrottamente dal 28 Luglio per preparare al meglio la gara d’esordio in campionato contro la Santangiolese. Certamente abbiamo subito delle défaillance in queste settimane (la squadra si è molto rimodellata), ma ci sentiamo pronti, e dobbiamo esserlo, perché affronteremo un calendario difficile. >>

 

 

2- “Quali sono, a suo avviso, le minacce più evidenti in questa partita?”

 

<< La Santangiolese è arrivata quarta nel proprio girone lo scorso anno, accedendo alla fase dei playoff. E’ una squadra molto organizzata, con giocatori importanti (il loro attaccante, Gullà, ha realizzato 15 reti la passata stagione). Credo che troveremo una squadra preparata, con tanta voglia di essere protagonista anche quest’anno. >>

 

3- “Quali saranno le novità che vedremo dopo questo periodo estivo?”

 

<< Vedremo una rosa che, come già detto, ha subito una riforma importante, ma che penso si sia rinforzata. Certo, ci sarà un naturale periodo di rodaggio da affrontare (la Coppa Italia non ci ha aiutato molto in questo senso, data la situazione della Stefanese), ma negli altri test ho raccolto dei dati positivi. Sicuramente all’inizio affronteremo dei problemi, ma bisognerà pazientare. >>

 

4- “Quale messaggio manda ai tifosi prima dell’inizio del campionato?”

 

<< Ai tifosi chiedo di stare vicini alla squadra come lo scorso anno. Veniamo da due campionati importanti, nei quali abbiamo sfiorato entrambe le volte l’Eccellenza; il presidente Cimino ha fatto tanti sacrifici, e adesso è arrivato il momento di ripagarlo. Vogliamo riportare a Cefalù il calcio che conta, e da domani spero di vedere tanti tifosi sugli spalti del S.Barbara. >>


 

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Coppa Italia, Ritorno 1°turno: Il Cefalù passa comodamente contro la Stefanese

Finisce 1-0 e senza troppi rischi per i gialloblu: a decidere l’incontro la rete di Tommasello


 

 


Avanti un altro adesso. Il Cefalù passeggia sul velluto nei 32esimi di Coppa Italia - gir.B - grazie al risultato dell’andata (0:3) maturato a tavolino sul campo della Stefanese, mentre nel giorno dell’Open Day al S.Barbara basta la rete di Tommasello per sigillare il passaggio ai sedicesimi di finale. Partita che ha perso ogni valore sul piano tecnico e del risultato, dopo quello che è accaduto all’andata.

E’ una rosa ridotta all’osso quella degli ospiti, che ad oggi sono giunti a quota 15 tesserati - lo stesso numero dei convocati del S.Barbara - , e che una volta rimpolpato l’organico, sperano di vendere il titolo per poter disputare regolarmente il prossimo campionato - la società nero-arancio, ancora priva di allenatore, è inserita nel girone B di Promozione, lo stesso dei gialloblu - .

PRIMA FRAZIONE IN EQUILIBRIO- Le chance di passare il turno sono poche per la squadra di S.Stefano, e così il Cefalù è libero di fare il proprio gioco e manovrare la sfera senza troppe pressioni di risultato: già al 12’ i padroni di casa trovano il goal-capolavoro, con la sponda in rovesciata di Tommasello a centro area e la spaccata vincente al volo di Caronia, ma Mucera di Palermo annulla per offside.

Deve metterci i palmi Li Castri al 20’ per scongiurare l’occasione da rete firmata da Ceraolo e Tommasello in combinazione: il colpo di testa, potente, dell’attaccante, viene infatti bloccato. A questi risponde l’ex gialloblu di turno, Johnny Barone, che al 24’ ha tra i piedi un’opportunità colossale, sprecata malamente nel tentativo di scavalcare Fiduccia con un colpo sotto. Il primo tempo si conclude a reti bianche, con il Cefalù che colpisce anche una traversa con Mantia.

RISOLVE IN EXTREMIS TOMASELLO- Al rientro in campo capitan Villafranca cede il posto a D’Amico, con Fiduccia che vestirà la fascia di capitano.

Inizia adesso per Tommasello una seconda parte di gara stregata sul piano della realizzazione, ma che terminerà con il goal vittoria. Al 50’ l’attaccante, proveniente dal Montemaggiore, sciupa la prima gustosa palla goal da distanza ravvicinatissima; la serie continua con uno sfortunato pallonetto al 62’ che colpisce la seconda traversa di giornata per i padroni di casa.

La rete all’ultimo respiro di Barone, al minuto 84’, viene annullata ingiustamente: a tenere in gioco l’attaccante, in presunta posizione irregolare, c’è Ingrassia che senza volerlo consegna un assist prezioso, ma l’arbitro vede male.

Resta ancora il tempo per vedere la rete decisiva di Tommasello, che sblocca definitivamente l’incontro: il numero 9 deve solo accompagnare in rete il pallone respinto goffamente da Li Castri dopo la staffilata di Sferruzza.

Al termine della gara sono pochi i dati attendibili sui quali fare affidamento per la nuova stagione: l’incontro, dall’esito scritto, si è trasformato in un semplice test di precampionato, prologo di una nuova stagione alle porte e nulla più. Si è visto però un Cefalù padrone del gioco, con una fitta ragnatela di passaggi che, lungo tutto l’arco dell’incontro non ha prodotto granché, almeno fino a quando Tommasello non ha assestato il colpo. Bene la difesa invece, che ha sempre respinto al mittente gli spunti - pochi - offerti dalla Stefanese. Adesso i gialloblu attendono con ansia di conoscere il calendario del prossimo campionato di Promozione, ai nastri di partenza la prossima settimana.


  


Cefalù 1-0 Stefanese (agg. 4-0)

 

A.S.D. Cefalù Calcio: Fiduccia; Badalamenti, Ingrassia, Ceraolo(amm.38’), Restivo, Mantia; Villafranca(46’D’Amico), Bertolino(70’Cipolla); Tommasello, Sferruzza, Caronia(62’Vegna). All.Minutella. A disposizione: Ciolino, Alfonzo, Chiappone, Alletto.

 

Stefanese: Li Castri; Mascari(46’Buonocore R.), Cesarino, Patti A., Patti F.; Buonocore G.(72’Manfrè), Di Girolamo, Grillo, Cupane(58’Scalone); Re, Barone. A disposizione: Scolaro

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

 

 

1° Edizione del Cefalù Amici per lo Sport

In vista, dell’ormai imminente inizio delle stagioni sportive, domani, 31 agosto presso il Maljk, le società di Cefalù, di comune accordo, hanno deciso di organizzare il primo evento dedicato completamente allo sport: “Cefalù Amici per lo sport”.

 

Ad esso prenderanno parte le squadre di basket, calcio, calcio a 5, nuoto e pallavolo con, l’unico intento, di promuovere lo sport cefaludese e, consolidare, i rapporti di amicizia e collaborazione tra le società.

L’accesso sarà gratuito a chiunque voglia partecipare a questa fantastica iniziativa, con inizio alle ore 16. I partecipanti avranno libero accesso alla piscina, alla vasca idromassaggio, ai servizi balneari e la possibilità di rilassarsi oppure di ballare e divertirsi con DJ Joseph Culotta.

Inoltre, ci saranno molti giochi a premi e momenti ludici per ricreare i partecipanti. A partire dalle ore 19.00, invece, ci sarà l’apericena per ristorare i partecipanti.

Da aggiunte, inoltre, che, una parte del profitto, in comune accordo tra i presidenti, verrà devoluta alla ricerca contro la SLA.

 

 

L’addetto stampa Matteo Di Fina – www.cefalucalcio.it

Lista convocati per la partita di Coppa Italia – A.S.D.Cefalù Calcio – Stefanese

Tutti quanti i gialloblu convocati in vista del prossimo impegno casalingo di Coppa Italia (1°turno/gir.B) contro la Stefanese; segno che, nonostante il risultato a tavolino dell’andata (0-3) il tecnico desidera vedere un gruppo compatto, unito e concentrato da qui al termine della stagione. L’appuntamento, per tutti quanti i tesserati è alle 14:30 al campo sportivo, mentre la partita si svolgerà alle ore 16.00 di Sabato 30 Agosto. Vi aspettiamo numerosi al S.Barbara.

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Coppa Italia, Andata 1°turno: il Cefalù vince a tavolino a S.Stefano

I padroni di casa della Stefanese, iscritti al prossimo campionato di Promozione, sono ancora privi di allenatore e numero sufficiente di tesserati: finisce 0-3 l’incontro, che dura solo 15 minuti, in sette contro undici.


 


Situazione surreale al comunale di S.Stefano. La Stefanese, padrona di casa, non dispone di 11 giocatori da schierare sul proprio campo di gioco: nell’andata del 1°turno di Coppa Italia contro il Cefalù, si è quindi giocato in 11 contro 7, il minimo di giocatori consentito dal regolamento per non perdere la gara a tavolino con conseguente multa.

Dopo 25 giorni di preparazione in funzione di questo primo vero esame da dentro o fuori, il Cefalù di Minutella si ritrova “costretto” a giocare una partita di coppa che per poco non si è tramutata in un’amichevole del tutto priva di senso. La cronaca e l’analisi tecnica del match, inevitabilmente, passa in secondo piano; resta solo il dispiacere dei gialloblu per non aver potuto disputare in maniera ottimale l’incontro, misto alla mortificazione della società nero-arancio, per non essere riuscita ad allestire in tempo una squadra di calcio, con appena 7 tesserati al 24 di Agosto.

Al termine del riconoscimento, il pronti-via del direttore di gara La Rosa sancisce l’inizio di una gara che dura appena un quarto d’ora: sugli sviluppi dell’azione che porta al goal di Bertolino, il portiere stefanese accusa un infortunio che non gli consentirà di rientrare in campo. L’inferiorità numerica costa lo 0-3 a tavolino per i padroni di casa, rimasti appena in 6 giocatori sul terreno di gioco; risultato, questo, che costituisce un mezzo verdetto in vista del ritorno del 30 Agosto -qualora dovesse disputarsi regolarmente-.

La società A.S.D. Cefalù Calcio augura una pronta risoluzione di questa triste situazione che sta vivendo oggi la società Stefanese Calcio, nella speranza che possa svolgere regolarmente e con tranquillità il prossimo campionato di Promozione.


 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Lista convocati per la partita di Coppa Italia contro la Stefanese

Ecco la lista dei convocati di Mister Minutella in vista della partita di andata, valevole per il primo turno di Coppa Italia che, si disputerà domani, a Santo Stefano di Camastra.

 

Portieri: Fiduccia, Tarantino

Difensori: Ingrassia, Mantia, Chiappone, Compagno, Badalamenti, Restivo, 

Centrocampisti: Alletto, D'Amico, Caronia, Cipolla, Ceraulo, Bertolino

Attaccanti: Vegna, Tommasello, Geraci, Sferruzza

 

 

 

L'addetto stampa Matteo Di Fina - www.cefalucalcio.it

Si torna a vincere in casa: battuto il Campofelice per 2 a 1

Test importante quest’oggi per il Cefalù che, al Santa Barbara, affronta una prossima avversaria per il Campionato di Promozione 2014/15, il Campofelice. L’ultima amichevole in vista della prima partita ufficiale della squadra gialloblu che, questa domenica, affronterà la Stefanese nell’andata di Coppa Italia.

Cefalù Calcio: Tarantino, Badalamenti, Compagno, Restivo, Canova, Ceraulo, D’Amico. Cipolla, Geraci, Zangara, Tommasello

E’ il neo promossa, Campofelice, che, però inizia meglio la partita e, dopo 15 minuti, ha con Porcello (uno dei 3 ex di questa partita) ad avere l’opportunità di andare in vantaggio: calcio di punizione dai 43 m, la palla arriva in area di rigore e il centrocampista sfiora di testa, ma la sfera termina a fil di palo.

 

Gli ospiti ci credono ed iniziano ad aggredire la trequarti gialloblù con cattiveria, ma non riescono a creare molte palle gol.

Alla mezz’ora, il Cefalù, ha l’occasione di andare in vantaggio: D’Amico mette un buon pallone in mezzo dalla destra, i difensori del Campofelice non riescono ad arrivarci e, la sfera, arriva sulla testa di Zangara che, però, la spedisce di poco alta sopra la traversa.

Sullo scadere della prima fazione di gioco arriva il gol del vantaggio dei padroni di casa: dalla sinistra Caronia, con un pallone filtrante, serve Vegna che, a tu per tu con il portiere non può sbagliare.

I primi 45 minuti terminano con il vantaggio della squadra gialloblu che, però, ha subito le iniziative degli ospiti che hanno più volte costruito buone azioni, senza mai trovare il gol.

 

Nella ripresa, però, la musica cambia: il Cefalù si fa più aggressivo e mette in difficoltà la retroguardia avversaria: un Caronia scatenato, serve un ottimo pallone per Vegna che, indisturbato, si invola verso la porta e, a tu per tu con il portiere, prova a superarlo con un pallonetto che, sfortunatamente, termina di poco alto sopra la traversa.

 

Il Cefalù continua ad attaccare e, al 9° minuto, arriva pure il raddoppio ed è proprio Caronia ad realizzarlo grazie a Sferruzza che, lo libera dalle marcature con un passaggio filtrante, e lo mette solo davanti al portiere; il centrocampista non può che mirare e scaricare in porta, con l’estremo difensore del Campofelice, che non può nulla per evitare la capitolazione.

A causa del grande, caldo i ritmi delle due squadre si abbassano ma, entrambe le squadre, provano ad arrivare sotto porta per creare qualche buona occasione da gol.

Al 90° arriva il gol della bandiera del Campofelice con un altro ex della partita, Fiasconaro, che sfrutta una disattenzione difensiva per realizzare il gol del definitivo 2 a 1.

Una partita dai due volti quella di oggi al Santa Barbara: il primo, mostra un Cefalù che sa subire, che forse rischia un po’ troppo in fase difensiva, ma che riesce comunque a reggere la pressione avversaria; il secondo, una squadra gialloblu che sa reagire, che ci mette grinta e forza di volontà per raggiungere il gol.

 

Ormai la stagione è ai nastri di partenza e, la partita di domenica, farà vedere di cosa è veramente capace questo Cefalù

 

 

L’addetto Stampa Matteo Di Fina – www.cefalucalcio.it

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.