A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Contro il Patti è una grandinata … di goal! Cefalù trascinato da un super Lo Piccolo!

9-2-13

 

Per i pochi presenti allo stadio oggi (giusto qualche gruppo di irriducibili causa maltempo) c’è stato davvero poco da lamentarsi per quanto riguarda goal e spettacolo e, a parte ovviamente la fitta pioggia e la grandine, il Cefalù fa un bel regalo agli spettatori replicando l’ampio successo dell’andata contro il Patti (3-6), e facendo accademia tra le proprie mura, rifilando un sonoro 9-2 ai messinesi sempre più in caduta libera al fanalino di coda del campionato.

 

Sotto questa grandinata di goal (è il caso di dirlo viste le condizioni climatiche a dir poco proibitive) il Patti viene quindi travolto con un risultato che non ammette repliche, coi messinesi privi inoltre dell’unico vero finalizzatore Catalfamo, attaccante che guida la classifica cannonieri a quota 13 centri in coppia con Cannuni; non bastasse questo la formazione allenata da Faranda è costretta a scendere in campo con molti elementi juniores al contrario di Minutella che privo del solo Tarantino squalificato, ritrova invece la difesa al completo col ritorno di F.Compagno (oggi in goal) ed è quindi nelle condizioni di servire al pubblico l’annunciata scorpacciata di reti.

La carne al fuoco è tanta, quindi passiamo subito alla rassegna dei goal, dato che già alminuto di gioco D’Amico serve l’antipasto depositando in rete la sfera a porta sguarnita dopo la respinta di Masi sul tiro di Villafranca. Il Cefalù si porta immediatamente in vantaggio ed è solo l’inizio della goleada.

Ancora prima del quarto d’ora il Cefalù avrebbe già trovato la via del raddoppio con Calabrese, ma il goal dell’attaccante servito da D’Amico non viene convalidato per offside; i gialloblù però si rimettono subito in corsa e al 14° Brocato fa sponda in area per l’onnipresente D’Amico, che appoggia in rete all’altezza del secondo palo: il centrocampista sigla il 2-0 che gli vale anche la doppietta personale dedicata a Blasco e alla sua famiglia.

Passano appena tre minuti e i padroni di casa instancabili producono un altro pallone velenoso, ancora con Brocato che in azione fotocopiata pesca stavolta F.Compagno libero di mandare a rete il pallone del 3-0.

Verso la mezz’ora Zangara si mette in mostra con un paio di tentativi spettacolari, sfortunatamente per lui respinti dal povero portiere Masi messo costantemente sotto assedio dal reparto offensivo gialloblu, poi al 27° l’attaccante cefaludese trova l’occasione del riscatto grazie all’ennesimo spunto sulla fascia destra da parte di Brocato: Zangara riceve palla all’ingresso in area, elude il marcatore con una finta e controfinta, e taglia infine per Calabrese che piazza il pallone sul secondo palo per il 4-0, tutto fin troppo facile.

Tutti i palloni migliori partono proprio dalla fascia destra, ed è proprio da lì che al 29° il Cefalù trova la cinquina, grazie ancora a Zangara che sugli sviluppi di un calcio d’angolo pesca Geraci fuori dall’area col centrale che, libero di calciare fa partire un destro dalla traiettoria imprevedibile che gonfia ancora la rete, 5-0 a dir poco spettacolare.

Il Cefalù non è ancora appagato dal risultato e prima della pausa fa cappotto con Calabrese ben servito al centro su cross basso di D’Amico, si va quindi negli spogliatoi sul pesante risultato di 6-0.

Al rientro in campo Minutella rileva Brocato per Crisanti, e al 50° Villafranca lascia il posto e la fascia di capitano ad Alessandro Lo Piccolo, rientrante da un problema al ginocchio e desideroso di giocare questa partita; il neo entrato attaccante vuole sfruttare a tutti i costi l’occasione e acclamato dai tifosi presenti nelle tribune non sbaglierà il colpo!

Prima dello show di Lo Piccolo, il Patti trova però il goal della bandiera con Salmeri che al 60° salva la faccia trasformando dal dischetto e spiazzando Fiduccia sul calcio di rigore scaturito da un involontario tocco di mano di Crisanti.

Al 70° come annunciato, è il momento di gloria di Alessandro Lo Piccolo che sulla respinta di Masi dopo il tiro di Zangara, piomba sul pallone e sul filo del fuorigioco realizza, mettendo così a segno il suo primo goal dell’anno: 7-1 con dedica del bomber a tutti i tifosi del Cefalù .

Dopo appena cinque minuti tocca anche a Ferrito scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori, con un tiro da fuori smorzato da Masi che si insacca comunque a rete, mentre al 78° Zangara fa i conti con la sfortuna e con la traversa.

Raggiunto il risultato tennistico di 8-1 i ritmi iniziano visibilmente a calare e la partita del Cefalù si trasforma in semplice allenamento, eppure all’84° c’è ancora spazio per l’8-2 degli ospiti che diminuiscono seppur di poco lo scarto ancora con Salmeri, che calcia una punizione-capolavoro partita dagli oltre 25 metri e insaccatasi proprio all’incrocio dei pali dove nulla può Fiduccia.

L’ultimo generosissimo regalo di questa partita lo confeziona di nuovo Lo Piccolo che, ancora affamatissimo ribadisce a rete il tiro respinto di Calabrese e fa 9-2, con l’attaccante gialloblu che timbra la sua prima doppietta del campionato dedicandola a tutta la sua famiglia.

Che dire, splendido finale con la doppietta di Alessandro Lo Piccolo che fa così partire la festa gialloblu al termine della gara; la squadra allenata da Minutella asfalta un’altra avversaria con una vittoria da record e conferma lo splendido momento di forma con una prestazione da incorniciare, visto l’impegno mostrato da tutti.

Il Cefalù sembra avere ormai trovato la quadratura del cerchio in questo girone di ritorno, e la squadra è pronta a dare tutto nel rush finale di questo campionato, ma il prossimo banco di prova sul campo del S.Agata sarà molto differente e potrà dire tanto sul prosieguo della stagione. 

 

Formazioni:

 

A.S.D. Cefalù Calcio:1 Fiduccia,2 Brocato (46°Crisanti),3 Compagno M.,4 Geraci,5 Schicchi (57°Alfonso),6 Compagno F.,7 Villafranca cap. (50° Lo Piccolo),8 D’Amico,9 Calabrese,10 Zangara,11 Ferrito. In panchina: Solaro, Crisanti, Alfonso, Milia, Città, Battaglia, Lo Piccolo. All. Minutella.

 

Patti:1 Masi,2 Travia,3 Laurà,4 La Monica,5 Furnari,6 Indaimo cap.,7 Scaglione (51°Cicirello),8 Nicolosi,9 Salmeri,10 De Carlo,11 Fortunato (62°Napoli). In panchina: Napoli, Cicirello. All. Faranda.

 

Arbitro: Bennici di Agrigento

 

Reti: 3°-14° D’Amico, 19° Compagno F., 27°-38° Calabrese, 29° Geraci, 60°(rig.)-84° Salmeri, 70°-85° Lo Piccolo, 75° Ferrito.

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Foto: Matteo Di Fina e Gianmarco Cesare

Per tutte le foto visita la nostra pagina Facebook