A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Secondo posto per il Cefalù Calcio nel triangolare di Castelbuono

Pronti, via! Il Cefalù Calcio inizia la stagione 2013/14 con il primo torneo amichevole dell’anno: nel triangolare di Castelbuono, la squadra gialloblu affronta i padroni di casa della Castelbuonese e la Parmonval.

La prima partita vede impegnati i padroni di casa della Castelbuonese contro la squadra palermitana:

Castelbuonese – Parmonval: 0 a 1

Punzione dell'A.S.D. Cefalù Calcio contro la Castelbuonese.Nel primo tempo è la Castelbuonese che conduce i giochi andando più volte vicino al gol (bella la punizione al limite che lambisce la traversa, con il portiere ormai battuto). E’ però la Parmonval a portarsi in vantaggio, grazie ad un rimpallo all’interno dell’area di rigore che favorisce l’attaccante del palermitano che, da posizione ottimale, raccoglie la sfera e insacca.

Nella ripresa è ancora la Castelbuonese a portarsi avanti in maniera pericolosa, con la Parmonval pronto ad approfittare dei possibili buchi lasciati dalla retroguardia avversaria. Sul finale escono fuori gli ospiti rendendosi più volte pericolosi, ma il finale non cambierà.

 

Castelbuonese – A.S.D. Cefalù Calcio 1 a 2

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Fiduccia, 2 Città, 3 Compagno M, 4 Geraci, 5 Ficcaglia (1° 2 tempo Arno), 6 Landolina 1° 2 Tempo Fiasconaro), 7 Villafranca, 8 D’Amico, 9 Calabrese, 10 De Lisi, 11 Milia (22° 1 tempo Zangara)

Panchina: 12 Zito, 13 Fiasconaro, 14 Zangara, 17 Battaglia, 18 Arno

Punzione della Castelbuonese contro il Cefalù CalcioMr Minutella, in questo triangolare, deve fare a meno di Compagno Francesco e Alfonso Adami, ma, essendo un amichevole estiva, inizia a testare i nuovi acquisti.

Nei primi minuti della partita, le due squadre si studiano e il gioco e concentrato sul centrocampo, anche se è il Cefalù ad esprimere un miglior calcio e una migliore intesa tra gli 11 in campo.

Al minuto è proprio la squadra gialloblu ad andare vicinissima al gol, con Delfio Calabrese che, lanciato da Città con un cross filtrante, si trova a tu per tu con il portiere avversario ma l’azione viene fermata dall’arbitro per fuorigioco. Qualche minuto dopo è sempre il Cefalù a rendersi pericoloso, dopo una bella ragnatela di passaggi, si trova davanti all’area di rigore, con Calabrese che manca l’ultimo passaggio, non arrivando a deviare in maniera decisiva sul pallone.

Entra in partita anche Fiduccia che al 12° minuto e al 14° minuto salva la sua porta con due interventi che hanno il valore di un gol.

Ma come si sa, il calcio è strano: al 16° dopo un gran dominio della squadra gialloblu, viene assegnato un calcio di rigore a favore dei padroni di casa; scelta molto dubbiosa da parte dell’arbitro che punisce un intervento di Ficcaglia, che, all’interno dell’area di rigore colpisce un giocatore della Castelbuonese.

L’estrema punizione viene realizzata e i padroni di casa si portano in vantaggio.

La Castelbuono batte uncalcio d'angolo nei confronti della Cefalù CalcioIl primo tempo si conclude sull’ 1 a 0; a fermare la formazione di Mister Minutella in questo primo tempo è stata solo la sfortuna e qualche segnalazione errata dell’arbitro, ma si è visto un buon gioco e la voglia di conquistare questa prima mini partita.

Nella ripresa il Cefalù, con il coltello tra i denti, inizia l’assalto alla difesa della Castelbuonese, proiettandosi subito in attacco alla ricerca del gol del pareggio che arriva solo dopo 4 minuti.
Compagno lotta senza tregua sulla fascia e riesce a conquistare il pallone a centro campo, per poi servire in avanti Zangara che entra in aria di rigore e fredda il portiere avversario con un diagonale preciso.

Qualche minuto dopo è ancora il Cefalù ad essere pericolosissimo e ad avere l’opportunità di andare in vantaggio, con il giovane Fiasconaro: Calabrese lotta all’interno dell’area di rigore, da un rimpallo la passa di testa a Fiasconaro che però tira debolmente e la palla finisce tra le braccia del portiere.

Sullo scadere arriva il gol vittoria: Fiduccia para una rovesciata all’interno dell’aria di rigore e va subito con il rilancio con i piedi per servire una delle punte; il pallone supera il centro campo e arriva fino alla tre quarti avversaria, viene raccolta dal difensore della Castelbuonese che la passa indietro al suo portiere che però era molto più avanti rispetto alla sua posizione naturale. I due non si intendono e palla rotola, beffarda, lentamente in porta.

Una dimostrazione di forza da parte dei ragazzi del Cefalù Calcio che non si sono arresi né al risultato né a qualche errore di troppo del direttore di gara. Come si suole dire, buona la prima!

 

A.S.D. Cefalù Calcio – Parmonval: 1-2

Il terzo incontro della competizione vede contro Cefalù e Parmonval, quest’ultima in testa a 3 punti dopo l’1-0 rifilato alla Castelbuonese e dopo il riposo effettuato durante la seconda gara.

Dopo aver sconfitto per 2-1 i padroni di casa allenati dalla vecchia conoscenza Fabio Vitale (ex Cephaledium), Minutella mette dentro la linea verde, coadiuvata da qualche nuovo acquisto: Zito tra i pali, Arno, che prende posto al centro della difesa mentre Mantìa e Vella saranno i laterali, e il giovane Sferruzza, che giocherà in attacco insieme alla coppia BattagliaZangara, a comporre così un tridente giovanissimo.

A.S.D. Cefalù Calcio: Zito, Vella, Compagno M., Mantìa, Arno, Città, Villafranca, Geraci, Zangara, Battaglia, Sferruzza

I giocatori dell'A.S.D. Cefalù Calcio seduti nella panchina dello stadio del Castelbuono.Tiene bene il Cefalù nei primi minuti, solo un brivido lungo la schiena di Zito con un diagonale al veleno che termina di poco a lato. Prove interessanti quelle offerte dai giovani, come Vella che gioca molti palloni e imposta il gioco per i compagni, ingaggiando vari duelli lungo la fascia destra senza alcun tipo di timore. C’è ancora spazio per un errore sotto porta di Sferruzza che sfiora la rete, poi in chiusura di tempo c’è l’errore di marcatura proprio di Vella (uno dei migliori), che si lascia però sfuggire palla e avversario in corsa, venendo così costretto all’intervento da rigore: dal dischetto Zito intuisce e respinge, ma il pallone entra comunque in rete inesorabilmente; la prima frazione termina 1-0 in favore della Parmonval.

Nella ripresa Minutella decide di rimettere dentro alcuni degli uomini migliori, cercando soprattutto di puntellare l’attacco, ma entrano anche giovani come Alfonzo. Tentativi di reazione da parte del Cefalù sin dalle prime battute, con Calabrese che agisce di sponda per Milia, che decide di fare tutto da solo sparacchiando addosso al portiere; pericoloa anche la new entry De Lisi con una bella botta su punizione smanacciata con difficoltà dal portiere.

Un'azione offensiva dell'A.S.D. Cefalù Calcio.Proprio quando il Cefalù sembra più spigliato e tenta di fare da padrone del gioco, Zito viene trafitto per la seconda volta con un gran diagonale da fuori e palla piazzata sul palo lontano, dove l’estremo difensore gialloblu non poteva proprio arrivare. I gialloblu non ci stanno: Calabrese dirige l’attacco e offre continuamente spunti per Milia, sempre marcatissimo, ma non basta. Quando il risultato sembra ormai messo al sicuro, ecco che Geraci tira fuori la più classica delle sue punizioni, con un potente destro a giro che fulmina il portiere, firmando così l’1-2 che accorcia le distanze: è l’ultimo sussulto dei ragazzi. Il Cefalù lotta fino all’ultimo, in una partita giocata a ritmi decisamente non da amichevole, ma alla fine è la Parmonval a vincere la coppa.

La consegna della coppa per il secondo posto, viene ritirata dal capitano dell'A.S.D. Cefalù Calcio, Paolo Villafranca.

-1° Parmonval 6pt

- A.S.D. Cefalù Calcio 3pt

-3° Castelbuonese 0pt

E’ sicuramente molto presto per trarre conclusioni affrettate. Qualche bello spunto è stato offerto dalle singole prestazioni, specie da parte dei giovani che hanno visibilmente sentito l’incontro come un’ opportunità per mettersi in mostra. Devono ancora rodare i nuovi arrivi che non hanno ancora acquisito i meccanismi della squadra, ma per il resto sono ancora poche le informazioni davvero attendibili. I veri e propri allenamenti iniziano Lunedì, e come ha sentenziato anche il mister al termine della serata: ”Il meglio deve ancora venire”.

 

Gli addetti stampa Matteo Di Fina & Gianmarco Cesare

 

Foto di Matteo Di Fina