A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Sconfitta per 1-0 nel test di Rocca di Caprileone


Al primo test importante della stagione gli uomini di Minutella giocano bene, ma escono sconfitti di misura dal Rocca di Caprileone neopromosso in Eccellenza: una prova di poco conto dal punto di vista del risultato, ma che ha mostrato i primi segnali di crescita della squadra gialloblu, in quella che non può essere definita una semplice amichevole dopo la Finale di Playoff di tre mesi fa esatti, che ha visto le due formazioni scontrarsi in una vera e propria battaglia per il salto di categoria combattuta dal primo all’ultimo minuto.

Il test è stato suddiviso in tre frazioni da 30 minuti ciascuna, nelle quali i due tecnici hanno sperimentato, abbozzando il possibile undici da utilizzare in campionato, e dando opportunità a tutti quanti gli elementi a disposizione all’interno della rosa.

La A.S.D. Cefalù Calcio scende in campo così: (4-3-3) 1 Catanese,2 Villafranca,3 Compagno M. (Città),4 Geraci,5 Arno (Castiglione),6 Compagno F.(Mantìa),7 Zangara (Cannizzaro),8 D’Amico,9 Calabrese (Battaglia),10 De Lisi (Ficcaglia),11 Fiasconaro (Milia).

Nella prima frazione il Cefalù fa subito vedere del suo meglio, mettendo il Rocca alle strette: i ragazzi riescono a far girare bene la palla con una serie di fraseggi veloci. Nel primo quarto d’ora Delfio Calabrese costringe quasi subito il portiere a smanacciare su suggerimento di Zangara. Va vicinissimo al goal anche Ciccio Compagno che impatta di testa il pallone su corner, tiro potente ma abile il portiere a respingere. I ragazzi di Minutella rischiano soltanto una volta con uno spiovente alto che stava per insaccarsi in rete, poi il dominio gialloblu: Zangara ci riprova, stavolta con una bomba da fuori neutralizzata dall’estremo difensore coi pugni, poco dopo il giovane attaccante cefaludese spreca ancora, seguito da Calabrese. La prima frazione termina così a reti inviolate.

Al ritorno in campo vengono cambiate le carte in tavola con una serie di sostituzioni (entreranno Città, Ficcaglia, Battaglia, Cannizzaro, Milia e Castiglione), ma allo scoccare del 45’ di gioco gli uomini allenati da Bongiovanni si portano in vantaggio: all’ingresso dell’area gialloblu, un’ingenuità della difesa costa caro a Catanese che viene trafitto dagli avversari, abili e beffardi nello sfruttare il varco creatosi. Il peso sulle gambe comincia a farsi sentire, e i ragazzi non sembrano più capaci di reagire… inutili gli innumerevoli sforzi sotto porta.

Nella terza e ultima frazione ci sarebbe spazio per il raddoppio del Rocca (intorno al 70’), ma l’azione viene giustamente annullata per fuorigioco. I cefaludesi creano molto, ma sprecano ancora di più e le squadre sono visibilmente in calo, complice la preparazione appena cominciata (il Cefalù ha iniziato soltanto da una settimana). Nel finale di gara ancora una grande occasione divorata da Battaglia, a sottolineare la giornata no vissuta da tutti quanti i finalizzatori.

Decisamente poco attendibile il risultato visto sul campo al termine del test: il Cefalù ha dimostrato una condizione visibilmente migliore rispetto al triangolare di Castelbuono della settimana scorsa, e non è mai andato seriamente in difficoltà contro il Rocca; per contro, la squadra allenata dall’ex tecnico del S. Agata non ha mai brillato o saputo offrire qualche vero spunto. Per capire i valori reali delle due formazioni bisognerà aspettare ancora un po’: gli uomini di Minutella non hanno ancora i novanta minuti nelle gambe e bisognerà aspettare almeno fino all’amichevole (confermata) di Giovedì 8 Agosto in trasferta contro la Tiger Brolo, per vedere qualcosa di più interessante. 

 

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

 

Per tutte le foto visita la nostra pagina Facebook

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.