A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Vince la Tiger, ma il Cefalù esce a testa alta da Fondachelli:

 

 


Continua la preparazione del Cefalù Calcio in vista della stagione di Promozione del 2013/14; quest’oggi test importante per i ragazzi di mister Minutella che affrontano la Tiger Brolo, squadra d’Eccellenza, nonché una delle pretendenti alla promozione della categoria di quest’anno.

Mister Minutella deve ancora fare a meno di Fiduccia in porta, ma ritrova “FofòAdami in attacco, che fa così il suo esordio con la maglia gialloblu. In squadra anche il giovane giocatore di colore Sal, classe 96’, che viene subito messo in campo come esterno difensivo.

ASD Cefalù Calcio:Pipitone, Sal, Compagno M., Geraci, Ficcaglia, Compagno F., Milia, D’Amico, Calabrese, Adami (27° min Zangara), De Lisi.

Il Cefalù prova ad ingranare subito la marcia, ma al minuto c’è già il primo episodio che potrebbe “sfavorire” gli ospiti: Compagno Mirko prova a prendere il pallone all’attaccante del Brolo, che nel vedere l’avversario si lascia cadere platealmente a terra, con l’arbitro che assegna un calcio di rigore che ha dell’assurdo; fortunatamente però il tiro lambisce il palo e il risultato rimane fermo sullo 0 a 0.

Al 10° è protagonista Pipitone: il giovane portiere del Cefalù, in due tempi, riesce a salvare la sua porta, dopo un tiro insidiosissimo al limite dell’area di rigore.

Il Cefalù gioca meglio e fa girare molto la palla, con il Brolo che però riesce ad attutire gli attacchi dei gialloblu, anche se con qualche difficoltà. Al 20° minuto, punizione battuta corta da parte di Adami ed è Geraci che raccoglie il passaggio: il centrocampista, si crea lo spazio e, dai 35 metri, fa partire un bolide che mette in serie difficoltà il portiere della Tiger che riesce a bloccare la sfera non con poche difficoltà.

I padroni di casa subiscono le iniziative del Cefalù e, più di una volta, per spezzare il gioco e il fiato degli ospiti, commettono falli anche molto pericolosi: a farne le spese è Adami che, toccato duro, è costretto ad uscire dal campo zoppicante (al suo posto entra Zangara). Fortunatamente nulla di grave per l’attaccante del Cefalù.

Qualche minuto dopo è nuovamente il Cefalù ad essere pericolosissimo: Zangara mette un paglione tagliato in mezzo all’area di rigore con Calabrese che per un ciuffo d’erba non riesce a mettere dentro la sfera. Al 37° è ancora Pipitone ad essere protagonista, spingendo il pallone oltre la linea di fondo con un ottima parata rasoterra, dopo un tiro all’interno dell’area di rigore. Sull’angolo successivo, arriva la beffa: la palla schizza in area di rigore e va a toccare il piede dell’incolpevole Francesco Compagno, che fredda il suo estremo difensore.

Si va al riposo con il risultato di 1 a 0 per il Brolo: un risultato bugiardo per come ha giocato il Cefalù e per i valori messi in campo dai ragazzi di Minutella, che, sia per colpa della sfortuna che per qualche errore arbitrale di troppo, non sono riusciti a concretizzare al meglio le occasioni create. I gialloblu riescono sempre a contrastare le iniziative degli avversari e a rispondere, colpo su colpo, alla squadra d’Eccellenza, mettendola pure in difficoltà in più di un occasione. 

Al fischio della ripresa, il Cefalù cerca il riscatto dopo la sfortunata autorete dello svantaggio. Minutella mischia le carte in tavola - entrano dal primo minuto Di Caccamo e Battaglia al posto di Sal e Calabrese - mentre i vari Landolina, Ciolino, Arno, Ducati, Sferruzza e Alfonzo prenderanno, a partita in corso, i posti di Milia, Ficcaglia, M.Compagno, Zangara e D’Amico.

Già dalle prime battute, i gialloblu riescono a rendersi pericolosi su corner intorno al 52°: Milia, innescato su corner preciso di Villafranca prova la “trivela” al volo, ma il pallone fa la barba al palo. Si tratta solo di un’illusione, perché a partire dal secondo tempo accadranno tutta una serie di sfortunati eventi ai danni dei cefaludesi. Il peggio arriva nel giro di un solo minuto (55’-56’) con due goal in rapida successione da parte dei messinesi: il primo nasce da un errore di Pipitone, che rinvia corto consegnando la sfera alla punta avversaria, rapida nel trafiggerlo; la seconda avviene in azione solitaria, con l’attaccante giallonero abile a trovare l’unico varco disponibile all’ingresso dell’ area per gonfiare la rete con un destro a giro ben calibrato.

Basta appena un altro giro di orologio ed ecco che l’estremo difensore gialloblu Pipitone - vittima di uno stiramento - si accascia al suolo. Si procede allora con la girandola di sostituzioni, e sarà proprio Ciolino a rilevare lo sfortunato portiere.

Poco prima della mezz’ora, il Cefalù produce un’azione pericolosa da palla inattiva: erroraccio del portiere della Tiger su retropassaggio e punizione assegnata all’interno dell’area di rigore. Geraci calcia di potenza ma trova la risposta del numero uno avversario che blocca, facilitato dal traffico creato dalla mischia in area. Solo in finale di gara si rialzano le speranze gialloblu con l’ 1-3 siglato da Villafranca su calcio di rigore: da manuale il penalty trasformato dal capitano, con palla nell’angolino alto e portiere spiazzato dalla parte opposta.

Non c’è più tempo e il risultato finale recita un 3-1 pesante, e che non calza bene al Cefalù vista la tanta qualità mostrata in campo, specie durante la prima frazione. Si va a casa senza rimpianti dopo aver lottato a viso aperto contro una squadra importante come la Tiger Brolo, molto più in avanti con la preparazione rispetto ai gialloblu, e con segnali positivi, dati dalle ottime prove dei singoli giocatori nonché dai più giovani, ancora inesperti a questi livelli.

Nel prossimo incontro di questo Sabato al S. Barbara contro l’Igea Virtus, la squadra avrà il primo faccia a faccia coi propri tifosi prima dell’inizio ufficiale della stagione - approfittando di questo interessantissimo test a cui ne seguiranno degli altri – . La speranza è quella di fare qualche ulteriore passo in avanti, dato che presto inizieranno gli impegni ufficiali (proprio oggi sono usciti i sorteggi dei gironi di Promozione, e tra meno di venti giorni si inizierà a fare sul serio con il primo turno ufficiale di Coppa Italia). Per tali motivi la società invita tutti quanti a partecipare al prossimo incontro amichevole e continuerà a tenervi aggiornati sui prossimi impegni.

Contiamo su ognuno di voi per ricevere il sostegno necessario, in vista dei prossimi incontri della nuova imminente stagione.

 

Gli addetti stampa – Matteo di Fina e Gianmarco Cesare - www.cefalucalcio.it

 

Foto di Matteo di Fina Per tutte le foto visita la nostra pagina Facebook

 

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.