A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Il Cefalù domina l'andata di coppa Italia: piegato il Castelbuono per 2 a 1:

Il tempo dell’attesa è finito: la stagione ufficiale del Cefalù Calcio inizia oggi a Castelbuono nella partita di Copa Italia, contro il Castelbuono dei tanti ex (Schicchi, Cicero e De Lisi) che quest’anno vuole rendersi protagonista nel proprio girone.

Andata di Coppa Italia: il Cefalù Calcio domina sul Castelbuono.

Per questa prima partita, Minutella dovrà fare a meno di Aiello (squalifica di 3 settimane), mentre in panchina vanno Zangara e Adami non al 100% quest’oggi.

ASD Cefalù Calcio: 1 Fiduccia, 2 Città (Battaglia, 46°min), 3 Compagno M., 4 Geraci, 5 Arno, 6 Compagno F., 7 Villafranca, 8 D’Amico, 9 Calabrese (Adami, 69° min), 10 Fiasconaro (Alfonzo, 69°min), 11 Milia

Panchina: 12 Catanese, 13 Mantia, 14 Battaglia, 15 Adami, 16 Sferruzza, 17 Zangara, 18 Alfonzo

Castelbuono: 1 Cicero, 2 Vaccaro (Leta, 78° minuto), 3 Marguglio, 4 De Lisi, 5 Schicchi, 6 Sarina, 7 Zerbo (Bollino, 59° minuto), 8 Bonomonte, 9 Fazio (Conoscenti, 75°minuto), 10 Cicero, 11 Ceruso

Panchina: 12 Cefalù, 13 Leta, 14 Mazzola, 15 Falanga, 16 Conoscenti, 17 Bollino, 18 Buscemi

Allenatore: Cammarata

Arbitro: Griffo (Pa)

Assistenti: Zangara (Pa), Celestino (Pa)

Ammonizioni: Sardina (Castelbuono), Zerbo (Castelbuono), Compagno M. (Cefalù), Bollini (Castelbuono), Schicchi (Castelbuono), Adami (Cefalù), Conoscenti (Castelbuono)

 

Il Cefalù parte subito con la giusta carica, pressando subito gli avversari che, sorretti dall’ex Schicchi, riescono a reggere gli attacchi dei Gialloblu.

Ma al 7 arriva subito il primo gol della stagione Gialloblu e, a segnarlo, è Calabrese: grande azione corale da parte del centrocampo Cefaludese con Villafranca che mette in mezzo il pallone con un passaggio filtrante, servendo l’attaccante del Cefalù, che ha lo spazio per girarsi e far partire il tiro angolatissimo, con Cicero che non può nulla.

Il Cefalù non allenta la morsa e continua ad attaccare per raggiungere il gol del raddoppio ed è sui i piedi di Milia l’occasione per realizzarlo, con il centrocampista che è bravo a crearsi un varco tra le maglie dei giocatori del Castelbuono e, al limite dell’aria di rigore, far partire un tiro a girare che va a finire di pochissimo lontano dall’incrocio dei pali.

Il Castelbuono di suo, prova ad impensierire Fiduccia, che, anche grazie alla difesa del Cefalù guidata dall’instancabile Francesco Compagno, non viene più di tanto impensierito.

Al 40° arriva l’occasione per i padroni di casa per raggiungere il pareggio con Zerbo che riceve un pallone in area di rigore, spalle alla porta e che prova ad eludere il suo diretto avversario, ma sui suoi piedi trova subito Fiduccia che, reattivo, gli blocca la sfera a terra, terminando così un azione estremamente pericolosa.

Al 44° arriva anche il raddoppio, che però viene annullato dal Signor Griffo per posizione di fuorigioco: pallone filtrante che taglia fuori tutta la difesa castelbuonese che raggiunge Calabrese partito in posizione regolarissima, in linea con i difensori avversari; l’attaccante va a realizzare la sua doppietta con un bellissimo tiro al volo, freddando così Cicero per la seconda volta, ma l’arbitro decide di annullare; scelta molto discutibile, visto che l’attaccante cefaludese era in posizione più che regolare.

Si conclude così un primo tempo dominato dai ragazzi di Minutella che, senza problemi, si trovano in vantaggio (per quanto il risultato poteva essere più rotondo) contro un Castelbuono che ha visto infrangere tutti i suoi attacchi sulla difesa invalicabile del Cefalù, con Fiduccia che si è pure reso protagonista di una bellissima parata che ha quasi il sapore di un gol.

Nella ripresa è ancora il Cefalù ad avere il pallino del gioco, con gli avversari che faticano a stare dietro alla squadra.

Al 52° arriva, però arriva il primo brividio per la retroguardia gialloblu: Fazio entra in aria di rigore e fa partire il tiro che si va a stampare sulla traversa e, nel ricadere in campo, sbatte sulla linea, con Francesco Compagno che, per evitare guai peggiori, spazza subito la sfera dall’aria di rigore.

Dopo questo “acuto” del Castelbuono, sono i ragazzi di Minutella a tenere il possesso del pallone e si rendono pericolosi con Milia che, grazie alle sue sgroppate in avanti, impensieriscono di molto la retroguardia dei padroni di casa, mancando però l’appuntamento con il gol.

Al 90° minuto arriva il gol che chiude la partita: D’Amico in progressione se ne va sulla fascia di destra e, arrivato al limite dell’aria di rigore, scarica un tiro imprendibile sul primo palo con Cicero che non può far nulla che raccogliere la sfera dietro le sue spalle.

Al 94°, in pieno recupero, però, arriva il gol della bandiera del Castelbuono, con Ceruso che con un tiro al volo trova il gol che fisserà il punteggio sul 2 a 1.

 

Termina così una partita a dir poco ottima da parte del Cefalù Calcio che, quest’oggi, in quel di Castelbuono ha completamente dominato la partita, senza mai trovare difficoltà. Un risultato giusto, per quanto il gol subito nel finale, è una piccola macchia di una prestazione entusiasmante. La squadra, quest’oggi, è scesa in campo con la voglia di vincere e di farsi valere, quella voglia giusta di vincere il derby contro il Castelbuono e portarsi, così, a casa l’andata della Coppa Italia. L’appuntamento, ora è tra 6 giorni, con il ritorno in casa, al Santa Barbara.

L’addetto stampa Matteo Di Fina – www.cefalucalcio.it

Foto di Matteo Di Fina

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.