A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Impresa Cefalù: in 9 contro tutto e tutti passa il turno di Coppa Italia

Va in scena al Santa Barbara di Cefalù la partita di ritorno di coppa Italia tra Cefalù e Castelbuono, la prima partita ufficiale per i gialloblu in casa; che vede la squadra di mister Minutella in vantaggio per 2 a 1 sugli avversari, conquistato in trasferta dopo un'ottima partita.

Indisponibili per questa partita Aiello (da scontare ancora la squalifica che lo terrà fuori anche per la prima di campionato) e Adami (infortunato), mentre torna a disposizione di Minutella, Zangara che farà parte della squadra dal 1° minuto.

31 Agosto Coppa Italia: A.S.D. Cefalù Calcio vs A.S.D. Castelbuono

ASD Cefalù Calcio: 1 Fiduccia, 2 Bonocore, 3 Compagno M., 4 Geraci, 5 Arno, 6 Compagno F., 7 Villafranca, 8 D'Amico, 9 Calabrese (83°min Città) , 10 Zangara (45°min Zangara), 11 Sall (73° min Mantia)

Panchina: 12 Catanese, 13 Mantia, 14 Porcello, 15 Milia, 16 Battaglia, 17 Città, 18 Alfonzo

Allenatore: Minutella

Castelbuono: 1 Cicero, 2 Ignoffo, 3 Marguglio, 4 De Lisi, 5 Schicchi (34° Zerbo), 6 Sardina, 7 Fazio (45° min La Spisa), 8 Bonomonte (52° min Cicero), 9 Levantino, 10 Bollino, 11 Caruso 

Panchina: 12 Cefalù, 13 Vaccaro, 14 La Spisa, 15 Buscemi, 16 Cicero, 17 Zerbo, 18 Corradino

Allenatore: Cammarata

Tabellino

Arbitri: La Grua (Pa)

Assistenti: Brumo (Pa), Di Stefano (Pa)

Gol: 48° min Milia (Cefalù), 56° min Calabrese (Cefalù), 75° min De Lisi (Castelbuono), 90° Aut Geraci (Castelbuono)

Ammonizioni: Zangara (Cefalù), Calabrese (Cefalù), Fazio (Castelbuono), Arno (Cefalù), Zerbo (Castelbuono), Ignoffo (Castelbuono), Compagno M. (Cefalù), Fiduccia (Cefalù), Villabate (Cefalù)

Espulsioni: Compagno F. (23° minuto, Cefalù), Arno (71° minuto, Cefalù)
 
Un Cefalù che inizia il primo tempo sulla difensiva, cercando di fare possesso palla, rallentando il gioco e provando a sfruttare possibili varchi lasciati dal Castelbuono che cerca in tutti i modi di portarsi in vantaggio. 

I giocatori sono molto nervosi e la partita ne risente, visto i contatti durissimi che ci sono in campo e qualche parola di troppo che parte in campo. Al 18° però il Castelbuono ad avere l'occasione del vantaggio, con De Lisi, che raccoglie un cross basso da calcio d'angolo e tira in porta ma trova la grandissima risposta di Fiduccia che, in tuffo, devia in calcio d'angolo. 31 Agosto Coppa Italia: A.S.D. Cefalù Calcio: l'espulsione di Francesco Compagno

Pochi minuti dopo arriva il primo episodio chiave della partita: espulso Francesco Compagno; il centrale giallo blu salta per prendere la palla, ma sembra che il gomito sia largo e prende il centrocampista del Castelbuono..per l'arbitro non ci sono dubbi ed è rosso diretto.

Al 44° arriva l'occasione per il Cefalù di andare in vantaggio: punizione dai 40 metri sulla fascia di destra battuta da Geraci in mezzo, c'è un colpo di testa che viene deviato da un difensore bianco rosso, con la sfera che termina di pochissimo lontano dall'incrocio. Il Cefalù non si arrende e prova una nuova offensiva: approfittando di un errore di De Lisi, Zangara ha la possibilità di pungere pericolosamente, raccoglie la palla e prova ad andarsene in avanti, controllando la palla con la spalla, ma l'arbitro ferma tutto perchè, a suo parere, l'attaccante cefaludese ha controllato la sfera con il braccio.

Si va al riposo sul risultato di 0 a 0, con il Cefalù che prova a controllare la partita e con il Castelbuono che prova a rendersi pericoloso per riaprire il discorso "passaggio del turno"; molto dubbiose le scelte del signor La Grua, visto che l'espulsione sembra una decisione troppo esagerata (mentre alcuni interventi di gioco molto duri da parte dei giocatori del Castelbuono non sono stati ne rimproverati ne puniti da possibili cartellini).

Nella ripresa, Mister Minutella cambia le carte in tavola: esce il nervoso Zangara ed entra Milia.

Milia del Cefalù Calcio segna il 1° gol della partita di ritorno di Coppa Italia per l'A.S.D. Cefalù Calcio.E' proprio il centrocampista nuovo entrato a sbloccare la partita: al 48° Milia fa partire un tiro, non irresistibile, ma Cicero sbaglia i tempi e si fa superare dalla sfera, che termina in fondo al sacco. 

Il Cefalù sembra non soffrire l'inferiorità numerica e al 50° va pure vicinissimo al raddoppio: D'Amico mette il turbo e va in progressione in avanti, prima di essere letteralmente placato da 2 difensori, ma la palla arriva a Calabrese che riesce pure a tirare, ma la palla termina di pochissimo a lato con l'estremo difensore del Castelbuono ormai battuto.

Al 55° però, Calabrese non perdona: tutto parte da un errore di De Lisi che regala il pallone a Bonocore che serve subito in avanti l'attaccante gialloblu, che in contropiede, lascia sul posto i difensori e, trovandosi a tu per tu con Cicero, non sbaglia, freddando con un bellissimo pallonetto.

Al 67° si fa pericoloso il Castelbuono che, con un colpo di testa, dopo un cross da calcio d'angolo, la palla sembra ormai terminare beffarda in fondo al sacco, ma a salvare la situazione è Calabrese che, sul secondo palo, salva la situazione. 

Al 71° arriva un altro rosso per il Cefalù Calcio: a farne le spese, questa volta, è Arno, che atterra l'attaccante del Castelbuono che era scattato in avanti: Cefalù in 9. De Lisi poi va a realizzare la successiva punizione, dimezzando così lo svantaggio.

La partita continua a surriscaldarsi, ma gli unici a farne le spese sono i giocatori del Cefalù, con l'arbitro che va quasi sempre a punire i giocatori con il cartellino giallo, adottando, però, un altro metodo di giudizio contro gli avversari.

Al 90° arriva il pareggio degli ospiti: calcio d'angolo, pallone in mezzo e si accende attorno ad esso una gran confusione, alla fine, però, la sfera rimbalza beffarda sul petto di Geraci ed entra in rete, dopo che il centrocampista e Fiduccia avevano fatto di tutto per evitare il gol.

Il Cefalù non ci sta e il pareggio, anche sei in doppia inferiorità numerica, sta stretto ai ragazzi di Minutelli che raggiungono pure il gol del 3 a 2, annullato senza motivo dall'arbitro: Città scatta in contropiede, lasciando sul posto i difensori avversari, la conclusione, però, non è irresistibile, ma Cicero non è da meno, non riuscendo a prendere bene la sfera, sul pallone arriva come un avvoltoio Villafranca che appoggia in rete..ma l'arbitro annulla il gol!

Dopo quest'ultima azione, l'arbitro decide di far concludere la partita: termina così 2 a 2 il derby di ritorno e, con il risultato maturato all'andata (2 a 1 per i gialloblu) il Cefalù passa il turno, eliminando i rivali del Castelbuono.

I giocatori dell'A.S.D.Cefalù Calcio applauditi dai numerosi spettatori dopo l'incontro con l'A.S.D. Castelbuono

Una partita pazzesca con 2 espulsioni, un Cefalù in inferiorità numerica dopo solo 20 minuti di gioco, un arbitraggio inadeguato per una partita così importante: la ricetta perfetta per una partita che poteva essere veramente compromessa e un passaggio del turno messo a serio rischio, eppure, il ruggito del Cefalù e la voglia di vincere hanno battuto tutte le avversità! Il Cefalù contro tutto e tutti passa il turno dimostrando carattere, rabbia e voglia di vincere. Il cammino è lungo, ma la strada da prendere è proprio questa.



Foto di Matteo Di Fina

L'addetto stampa Matteo Di Fina - www.cefalucalcio.it