A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Reazione d’orgoglio gialloblu! contro il Paceco ci pensa Zangara:


Quello che alla fine contava di più, era il risultato, e oggi il Cefalù è riuscito a cogliere un importante successo per 1-0 ai danni del Paceco, indicato sulla carta come una delle squadre migliori del girone.

I ragazzi di Minutella si sono quindi rifatti alla prima occasione, dopo la prova opaca di Cerda e le polemiche che si sono susseguite, il tutto grazie anche alle prove degli stessi cefaludesi partiti oggi dal primo minuto (l’autore del goal Zangara, che mette la firma all’incontro, e il giovane ma coraggioso Joshua Alfonzo, uno dei tre juniores schierati in campo).

Minutella parte col consueto 4-3-3 (tridente formato da Adami, Zangara e Milia), il Paceco risponde con un modulo speculare a quello gialloblu.

Gli uomini allenati da Minaudo in maglia bianco-blu partono subito aggressivi rincorrendo palla, ma Compagno F. e Aiello sventano tutte le minacce che si parano di fronte alla difesa cefaludese.

Al 9° Milia sfiora il palo, correggendo il tiro di Geraci sporcato dalla barriera, sugli sviluppi di un calcio piazzato: padroni di casa molto contratti e che faticano inizialmente a prendere le misure degli avversari.

Notevoli gli sforzi di Zangara e Adami per tutto il primo tempo, ma stavolta non arriva mai il pallone buono dalle parti di Geraci. Ospiti che entrano molto duro nella zona del cerchio del centrocampo, col fischietto di gara Bertè della sezione di Barcellona che, specie nella seconda frazione, non farà sconti.

Bisogna attendere fino al 41° per vedere finalmente il gran goal di Zangara: splendido il destro al volo teso e angolato che si insacca nell’angolino basso lontano, dopo il traversone al bacio di Milia! La tribuna salta di gioia, mentre il primo tempo si chiude così, sul risultato di 1-0.

Al ritorno dagli spogliatoi c’è spazio per la reazione dei trapanesi, con Nolfo che al 48° coglie la palla al balzo e lascia partire un siluro di destro che si stampa sulla traversa, brivido improvviso per i padroni di casa!

Nemmeno un’ora di gioco e il Paceco cancella tutto quello che di buono era stato costruito, col capitano Ingrassia che riceve due ammonizioni nel giro di due minuti: espulsione davvero ingenua da parte del capitano, data la reazione sconsiderata del giocatore davanti alle provocazioni di un tifoso dagli spalti, col numero 8 costretto a lasciare i suoi in dieci uomini.

Adami tenta ancora di dare la sveglia ai suoi, e al 57° va vicinissimo al colpo di grazia costringendo Mistretta alla respinta in angolo con le gambe.

La partita però non finisce qui, e i trapanesi sembrano quasi rinvigoriti dall’espulsione del loro capitano: pasticcio incredibile al 68° del duo Scarcetta - Nolfo , coi due che si scambiano la sfera di testa, ma il numero 9 conclude alto a porta completamente sguarnita!

Continuano a fioccare le polemiche e le brutte entrate, e a farne le spese (giustamente) è ancora il Paceco con Marcenò,che al 78° riceve il rosso diretto per una entrataccia da tergo su capitan Villafranca, lasciando i bianco – blu in nove uomini.

Nel finale Minutella gioca la carta del nuovo acquisto Li Castri (subentrano anche Porcello e Città), ma nel frattempo deve uscire dal campo anche Paolo Villafranca per somma di ammonizioni, la prima per proteste, e la seconda per un pestone dato da dietro all’avversario.

La palla del 2-0 passa proprio dai piedi del neoentrato Li Castri all’ultimo minuto, ma la sfera attraversa lentamente la linea di porta senza entrare, e dà il tempo a Mistretta di essere raccolta in extremis… non c’è più tempo e poco dopo l’arbitro dà il fischio finale.

Il Cefalù ritorna in carreggiata compiendo un balzo importante in classifica, ma oggi era fondamentale cogliere la vittoria soprattutto per ritrovare il morale.

Si poteva certamente fare di più contro questi avversari, specie nel secondo tempo quando con la superiorità numerica era possibile chiudere l’incontro, ma per il momento va senz’altro bene così per mister Minutella e la sua squadra. Adesso serve una piccola evoluzione sul piano del gioco, gioco che da qui alle prossime settimane non potrà far altro che migliorare.

 

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Fiduccia,2 Alfonzo,3 Compagno M.(amm.54°),4 Geraci(amm.21°),5 Aiello,6 Compagno F.,7 Villafranca cap.(amm.37°,esp.82°),8 Bonocore,9 Adami(78°Li Castri),10 Zangara(71°Porcello),11 Milia(amm.70°,83°Città). All.Minutella. In panchina: Ciolino, Città, Arno, Porcello, D’Amico, Li Castri, Battaglia.

A.D. Polisportiva Paceco: 1 Mistretta,2 Rodriquenz,3 Minaudo,4 Scarcella(85°Terranova),5 Abate,6 La Commare,7 Marcenò(esp.78°),8 Ingrassia cap.(amm.50°,esp.52°),9 Nolfo,10 Baiata,11 Poma. All.Minaudo. In panchina: Genco,Basilicò,Terranova,Buscaino,Incalcaterra,Errante,Bellomo.

 

Arbitro: Bertè di Barcellona Pozzo di Gotto /ass. Cusumano – Pirri (Barcellona)

Reti: 41° Zangara

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

 

 

 

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.