A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Cefalù Calcio K.O. di misura in casa, Dattilo: vittoria da RECORD

 



Era da poco più di un anno e mezzo che il Cefalù non subiva una sconfitta fra le mura del S. Barbara: l’ultima risaliva al 15 Aprile 2012 (Cefalù – Longi 2-3), l’ultimo incontro di un campionato di prima categoria vittorioso e che ha portato allo strameritato passaggio in Promozione.  

Da quel momento un lungo periodo di imbattibilità: solo grandi vittorie e qualche pareggio, che però non è bastato ad arrestare la corsa della squadra gialloblu, capace di sfiorare per un soffio l’Eccellenza in una stagione comunque esaltante.

Un dato da record che è stato abbattuto quest’oggi dal Dattilo, che è riuscito ad imporsi per 1-0 sfruttando al meglio le occasioni avute rispetto alla formazione di Minutella, e giungendo così al quinto successo consecutivo.

Per questa sfida di alta classifica il tecnico cefaludese schiera in campo una formazione ancora una volta controcorrente: c’è Fiduccia tra i pali - a causa di un problema durante il riscaldamento per Papa - , si rivede anche il giovane Alfonzo insieme a Buonocore, e spiccano secondo molti le assenze di Villafranca e Milia,oggi in panchina.

Alle prime battute i padroni di casa sembrano offrire buoni presupposti (all’11° Geraci manda di poco la sfera a lato su punizione, colpendo il palo di sostegno della porta), ma si vede poco altro. La prima frazione di gara è giocata prevalentemente nel cerchio di centrocampo, con bassa intensità e qualche occasione gialloblu non sfruttata, match comunque piacevole dal punto di vista del gioco.

Soltanto al minuto 40° Parisi cerca di  dare una scossa all’incontro seminando il panico nella difesa cefaludese, con una serie di finte e controfinte che permettono all’ispirata punta di liberarsi e sfiorare poi il palo lontano con una diagonale al veleno.

Si conclude ancora a reti bianche, ma partita piuttosto tirata specie nel finale di tempo. Sufficiente la prestazione globale della squadra di casa, ma pochi spunti davanti e qualche rischio di troppo in retroguardia.

L’accesa lotta su ogni pallone continua nel secondo tempo, che rischia però di essere una replica del primo: c’è sterilità dal punto di vista delle occasioni da goal, e inizialmente non ci sono risvolti interessanti.

Il solito Geraci si rende pericoloso con il suo destro insidioso dalla distanza, ma a strappare gli applausi di tutto quanto lo stadio è Cusumano, che al 52° coglie al volo il traversone lunghissimo di Parisi, e da posizione proibitiva inventa un destro che si stampa sulla traversa, deviato in angolo da un provvidenziale Fiduccia.

I padroni di casa continuano a giocare in modo sconclusionato davanti, e ne approfittano quasi subito i trapanesi che crescono col passare dei minuti: al 62° Parisi mette a segno il colpo vincente, portando in vantaggio i suoi e trovando il sesto centro personale di questa stagione. Un vero colpo da biliardo quello dell’attaccante in maglia verde - tra i migliori visti oggi in campo - che dopo essersi incuneato in area contrastato da Alfonzo, cerca e trova con un guizzo il goal, meritato da parte sua e di tutta quanta la squadra trapanese.

Adami e Li Castri, che sembravano essere partiti bene, si perdono col passare dei minuti: soltanto i neoentrati Milia e Villafranca provano a tenere la testa alta al 70°, con una serie di tentativi di reazione resi comunque inutili dalla difesa avversaria.

Risultato che non cambia nemmeno nel finale, quando è davvero troppo tardi per rialzarsi: in pieno recupero Li Castri riceve fallo in piena area di rigore, ma viene ammonito per simulazione. In men che non si dica fioccano le polemiche, con le vivaci proteste da parte dei tifosi presenti tra gli spalti.

C’è ancora tempo per vedere Battaglia gettare alle ortiche un goal già fatto, con l’attaccante che, proprio nell’ultima azione spedisce di testa il pallone tra i guanti di Bevilacqua. Ultima occasione sprecata e fischio finale del sig. Bennici della sezione di Caltanissetta.

Non è stato fatto nulla o quasi per cercare di vincere, e alla fine i gialloblu hanno pagato con la sconfitta. Non accadeva da più di una stagione, quando il Cefalù faceva ancora del S. Barbara il proprio fortino rimanendo imbattuto, e quando nessuno veniva in cerca di regali da tre punti.

Considerando questo dato, la sconfitta di oggi è per certi versi più pesante delle precedenti. Non accadeva da tantissimo tempo, e forse questa è la scossa maggiore che la squadra potesse ricevere per cercare in futuro di invertire la tendenza.

Si attende ancora quella vittoria che faccia da vero spartiacque in una stagione finora complicata e costellata di alti e bassi, nella speranza che arrivi già nel prossimo lungo viaggio verso Favignana, in modo da invertire davvero il trend negativo, e questa volta in modo definitivo.


 

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Fiduccia,2 Alfonzo,3 Compagno M.,4 Geraci cap.(amm.79°),5 Aiello,6 Compagno F.,7 Zangara(65°Milia amm.90°+),8 D’Amico(55°Villafranca),9 Li Castri(amm.90°+),10 Adami(amm.49°),11 Buonocore(75°Battaglia).All.Minutella. In panchina: Papa, Villafranca, Città, Milia, Landolina, Porcello, Battaglia.

 

A.S.D. Dattilo: 1 Bevilacqua,2 Manuguerra,3 Emmolo,4 Alberti,5 Catalano cap.,6 Cinquemani,7 Colomba(78°Marino),8 Pisciotta,9 Parisi,10 Bargarella(57°Zinna),11 Cusumano. All.Formisano. In panchina:Montalto, Malato, Drago, Zinna, Virga, Marino.

 

Arbitro: Bennici di Caltanissetta / ass. De Pasquale – Nania di Barcellona Pozzo di Gotto

Reti: 62° Parisi

 

L’addetto stampa - Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.

3219227
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Settimana Scorsa
Questo Mese
Mese Scorso
Totale Visite
2822
0
2822
0
39133
81964
3219227

Tuo IP: 54.227.51.103