A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

CEFALU’ FORZA QUATTRO: poker nel derby contro il Real Calcio di Finale

 


Un grande Cefalù si impone sul Real con il bel gioco, rifilando quattro sberle con Adami, Zangara e Villafranca (doppietta) e rimanendo in nove uomini nel corso della ripresa. Nel prossimo turno big match contro la capolista Monreale. 

 


Finalmente è un grande Cefalù: i gialloblu continuano l’inseguimento a distanza al Monreale padrone della classifica, e colgono l’intera posta in un derby attesissimo, che poteva e doveva segnare il rilancio della squadra di Minutella verso le zone alte della graduatoria.

Il tecnico gialloblu schiera in campo un 4-4-2: Tra i pali si rivede Fiduccia mentre Porcello, Mantia e Buonocore sono gli juniores scelti dal mister, che completa il terminale offensivo con la coppia Adami - Milia.

Ospiti che scendono nel terreno con qualche vecchia conoscenza cefaludese - Vitale e i fratelli Botindari su tutti - , con l’allenatore Cinquegrani che punta molto sui giovani nel proprio undici di partenza.

Al fischio d’inizio il Real Calcio gioca subito la palla e tenta di riversarsi nella metà di campo avversaria, la difesa dei padroni di casa sventa però sul nascere qualunque minaccia.

Basta attendere la prima azione pericolosa targata Cefalù per vedere il primo goal della partita: c’è subito la rete di capitan Villafranca, che infila a rete di testa sul cross magistrale di Milia partito dalla corsia di destra. Si parte subito in quarta, e non poteva esserci inizio migliore per questo Cefalù.

Al 6° Giannusa cerca di controbattere al vantaggio cefaludese, ma sulla punizione dal lato corto di destra di Vitale, il giocatore arriva solo a sfiorare il possibile pallone del pari, subito bloccato da Fiduccia.

Venti giri di lancetta e per il Cefalù c’è già l’opportunità di raddoppiare: Milia nel frangente è troppo altruista, e scarica il pallone nella terra di nessuno anziché concludere tutto solo di fronte al portiere.

Dal 25° in poi, un derby finora piacevole e a ritmi intensi si inasprisce per via delle decisioni arbitrali: il match si trasforma nel più classico dei derby, fatto di episodi, polemiche, e in totale ben sette ammonizioni e due espulsioni al termine della gara.

Intorno alla mezz’ora gli ospiti recriminano il rigore, causa braccio alto di Adami che tocca il pallone nel cuore dell’area, ma il gioco continua.

Poco più tardi Piscitello della sezione di Trapani ravvisa un’irregolarità, e comanda una punizione dall’interno dell’area: non si capisce cosa abbia scaturito il fallo, ma sul calcio da fermo Vitale (a meno di undici metri di distanza e a un passo dall’area piccola) colpisce solamente il palo.

Al rientro in campo delle formazioni si continuerà a discutere, con il Cefalù che si ritrova quasi subito in doppia inferiorità numerica.

A farne le spese per somma di ammonizioni al 54° è Ciccio Compagno, che tiene la gamba tesa sul difensore in area: non c’è contatto, ci sono gli estremi per la punizione ma non per il secondo giallo, Villafranca viene ammonito per proteste e il pubblico si fa sentire rumoreggiando.

Passa appena un minuto e D’Acquisto centra la traversa con l’ennesima punizione, stavolta calciata dal limite. Brivido passeggero per il Cefalù.

I padroni di casa non ci stanno e risuonano la carica al minuto 63° con Fofò Adami, che firma la zampata vincente del 2-0 regalando un urlo di gioia ai tifosi presenti in tribuna: Nasca respinge debolmente coi pugni la conclusione di Geraci e libera l’attaccante pronto ad angolare sul palo lontano.

Altri sessanta secondi e l’attaccante in maglia n.10 si produce nuovamente in un’altra occasione, ripartendo in contropiede e dando l’illusione del goal, con palla che termina sulla recinzione a lato.

Messo il risultato al sicuro, Porcello e Geraci tentano di regalare spettacolo con una serie di percussioni non finalizzate, per i finalesi soltanto la buona occasione di Giannusa che trova il pallone buono sul destro, ma il n.7 spara alto da ottima posizione.

Quando sembrava di rivedere finalmente una bella partita, ecco una nuova carrellata di proteste al minuto 76°: Cefalù in nove con l’espulsione di Flauto; l’arbitro è inamovibile sulla decisione, infastidito forse da qualche parola di troppo del neoentrato centrocampista.

I gialloblu sembrano reagire proprio nel momento peggiore: due minuti dopo l’espulsione, Villafranca replica di testa sul cross di Adami e fa il tris con un goal fotocopia del primo.

Un super Adami cede il posto all’80° all’affamato Zangara: il giovane regala spettacolo con giochi d’alta scuola e dopo cinque minuti fa poker con un grandissimo diagonale, potente e preciso, che si infila nel sette alle spalle dell’impotente Nasca.

Sul risultato di 4-0, Buonocore e Geraci continuano ad assestare colpi di fronte a degli avversari inermi, ma dopo il recupero di tre minuti non ci sono ulteriori sussulti.

Con una prestazione davvero super da parte dei vari Villafranca, Adami e Zangara, oltre che di tutta la squadra, il Cefalù asfalta gli avversari ormai demoralizzati dal cospicuo svantaggio: finalesi fin troppo spenti, disattenti e nervosi anche quando il risultato era ancora in bilico, ma sfortunati sui calci piazzati e con un palo e una traversa centrati.

Vittoria che, certamente rilancia le ambizioni di Minutella e dei suoi ragazzi, che arrivano nel miglior modo possibile alla partitissima di Monreale di Sabato prossimo, dove i gialloblu sono chiamati a tentare lo sgambetto nei confronti della capolista. 

 

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Fiduccia,2 Porcello,3 Aiello,4 Geraci,5 Mantia(amm.58°),6 Compagno F.(amm.24°-54°),7 Villafranca cap.(amm.52°),8 D’Amico(amm.26°),9 Buonocore,10 Adami(80°Zangara),11 Milia(amm.35°,60°Flauto esp.76°). All.Minutella. In panchina: Papa, Arno, Città, Landolina, Alfonzo, Zangara, Flauto.

 

Real Calcio:1 Nasca(amm.29°),2 Zafonte(amm.47°,69°Cavallaro),3 Di Cristina,4 Martorana,5 Pezzino cap.(amm.29°),6 Di Lorenzo(65°Caputo),7 Giannusa,8 Botindari M.(84°Botindari G.),9 Cordova,10 Vitale,11 D’Acquisto. All.Cinquegrani. In panchina: Collosi, Circo, Cavallaro, Caputo, Mercurio, Giambelluca, Botindari G.

 

Arbitro: Piscitello di Trapani / ass. Ruggirello – Vicari (TP)

Reti: 3°-78° Villafranca, 63° Adami, 85° Zangara.

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.