A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Calabrese riprende per mano il Cefalù: 3-1 al C.U.S. Palermo

Il bomber ritrovato torna in maglia gialloblu e stende quasi da solo il Cus con una doppietta: ultima partita dell’anno in casa per il Cefalù.


 


Il Cefalù Calcio riabbraccia Delfio Calabrese, di ritorno dopo la brutta parentesi a Castelbuono, col bomber che si rende subito decisivo con una splendida doppietta al C.U.S. Palermo.

L’imperativo era quello di vincere, e con Calabrese in campo l’obiettivo è stato subito centrato. Ci pensa il bomber infatti a far ripartire una squadra già rivoluzionata dalle tante perdite a pochi giorni dall’apertura del mercato, e così, nonostante la squadra sia un cantiere aperto ecco arrivare i tre punti.

La formazione ospite lamenta diverse assenze per squalifica, compreso il mister Zappavigna, e scende in campo con tanti giovani desiderosi di far bella figura al S.Barbara.

Al pronti via la difesa cefaludese fatica a contenere i giallorossi che però non producono azioni di rilievo. Soltanto Monti al sporca i guanti di Fiduccia, col Cefalù che tende a rintanarsi risultando quasi macchinoso davanti.

La prima frazione non preannuncia niente di interessante, eppure a sorpresa sbuca Calabrese al quarto d’ora, invitato dal filtrante in area di D’Amico col numero 9 che, sul filo del fuorigioco, fa il suo ingresso in area piazzando la sfera sul palo lontano per l’1-0.

E’ grande festa per il centro dell’attaccante, pupillo dei tifosi presenti in campo, ma al goal del giocatore gialloblu non seguono ulteriori emozioni. Al contrario a provarci adesso è la squadra palermitana ma Fiduccia in più di un’occasione si dimostra una saracinesca.

Solo nel finale si iniziano ad allestire ottime manovre, culminate col pericoloso tiro da fuori di Villafranca al 35°. Si vede un grande fraseggio, ma solo il guardalinee ferma le nuove iniziative gialloblu capeggiate da Calabrese.

Si rientra in campo per i secondi 45 minuti di gioco, ma non ci sono tiri in porta. Le due squadre giocano un buon calcio ma senza mai farsi male.

Ciccio Compagno e Mantia arginano qualunque movimento delle punte, ma i brividi rimangono; nel frattempo la partita si incattivisce e il Cefalù colleziona cartellini gialli.

A ravvivare il match ci pensa Milia soltanto al minuto 70°, ma l’esterno d’attacco fallisce il pallonetto sul coraggioso intervento in uscita di quasi 40 metri ad opera di Carnevale.

Calabrese si fa rivedere, e mette la propria firma anche nel secondo tempo: minuto 75°, traversone dalla destra ancora di D’Amico e spettacolare semirovesciata in tuffo dell’attaccante che vale il raddoppio.

I gialloblu dilagano nel giro di 5 minuti e calano il tris: Zangara si defila sulla sinistra scartando gli avversari, e consegnando il pallone al centro dell’area per Geraci che spedisce in fondo alla rete il pallone che chiude l’incontro. Risultato forse eccessivo questo, dopo la buona prova dei palermitani che non sembrano più avere forza nelle gambe.

I conti però non sono ancora chiusi: a risultato ormai acquisito il direttore di gara indica il dischetto dopo l’uscita di Fiduccia – ritenuta pericolosa – sul neoentrato Morana. L’incaricato alla battuta è Fiore che spiazza il numero 1 gialloblu centrando il goal della bandiera.

Ancora 4 minuti di recupero, e in pieno extra time Zangara – partito in contropiede – si mangia le mani nell’uno contro uno, dopo la respinta col piede dell’estremo difensore a neutralizzare il suo bolide.

Finisce 3-1 e per il Cefalù non poteva essere più dolce questo ritorno di Calabrese, quasi una festa per lui e per tutti i tifosi gialloblu accorsi allo stadio per vederlo segnare.

In vista del prossimo incontro a Castellammare è un vero rebus in difesa per il mister Minutella, che dovrà fare i conti con le squalifiche di Mantia e Compagno F. oggi diffidati.

Con ogni probabilità la società farà affidamento sulla finestra di mercato per sopperire ai limiti imposti dall’attuale rosa, ma nel frattempo il Cefalù si coccola il suo ritrovato acquisto Delfio Calabrese e tutti saranno sicuramente d’accordo nel dire “bentornato Bomber!”.


 


 

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Fiduccia(amm.85°),2 Sall(amm.24°,60°Porcello),3 Compagno M.,4 Geraci,5 Mantia(amm.65°),6 Compagno F.(amm.77°),7 Villafranca cap.,8 D’Amico,9 Calabrese(amm.69°,89°Mocciaro),10 Zangara,11 Milia(89°Sferruzza). All.Minutella. In panchina: Papa, Alfonzo, Buonocore, Porcello, Fiasconaro, Mocciaro, Sferruzza.

 

C.U.S. Palermo: 1 Carnevale,2 Canova,3 Filpo,4 Tranchina,5 Quartararo cap.,6 Severino,7 Muscolino(amm.69°,76°Guagliardo),8 Colletti(66°Fiore),9 Monti(60°Morana),10 Russo,11 Castigliola. All.Zappavigna. In panchina: Tuzzolino, Muliello, Scoma, Vivacqua, Morana, Guagliardo, Fiore.

 

Arbitro: Riccobono di Palermo / ass. Coneglia (PA) – Fazio (Barcellona Pozzo di Gotto)

Reti: 15°-75°Calabrese, 81°Geraci, 85°(rig.) Fiore.

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

 

 

 

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.