A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Il Cefalù non affonda il colpo a Trapani: contro il Ligny è 0-0

Manca solo il goal nella sfida del trapanese contro gli arancioneri di Adragna. Un’espulsione per parte e squadre che chiudono con un punto, utile più per i playoff che per la vittoria finale.


 


Poteva essere il crocevia di un’intera stagione, invece il Cefalù non ha trovato la stoccata vincente sul sintetico del Centro Sportivo Sorrentino di Trapani, incappando in uno 0-0 (il quarto consecutivo raccolto fuori casa), con il Paceco che approfitta, andando in mini-fuga per la volata finale.

I gialloblu, falcidiati dalle squalifiche -quelle di Villafranca, Mirko e Francesco Compagno- , e dagli infortuni -Thomas Porcello- , sono chiamati a riscattare l’1-2 dell’andata: un incontro, quello del S.Barbara, deciso all’ultimo da un calcio di rigore scaturito da un’azione costruita su netto fuorigioco. Nella panchina opposta, mister Adragna non può disporre dell’unico assente Spataro, ma sceglie di partire senza schierare in campo un giocatore del calibro di Piazza.

I padroni di casa sperano ancora in un balzo importante per proiettarsi nei vertici della classifica, e partono immediatamente all’assalto: Marrone e Spezia triangolano splendidamente, ma Spinella e Fiduccia tappano i buchi dietro. Dopo cinque minuti Calabrese inquadra già la porta, infilando il pallone a rete quando l’attaccante si trova però in posizione di offside: rete annullata.

Cefalù vicino al goal al 21’ col colpo di testa di Geraci su tiro dalla bandierina di Zangara, ma Ferrante in uscita sradica la sfera al numero 4 gialloblu e allontana la minaccia.

E’ il Ligny a dover fare la partita, dato il distanziamento dai vertici della classifica: arancioneri quindi più aggressivi nelle zone nevralgiche del campo. La squadra cefaludese non esita però a mettersi in mostra, specie nei calci da fermo: al 39’ Geraci insidia Ferrante da punizione, con la difesa costretta poi a spazzare.

Partita a tratti piacevole, ma niente di trascendentale nella prima frazione. Nei secondi quarantacinque minuti non cambiano le carte messe in tavola dai due tecnici, ma a sconvolgere i piani di Restivo ci pensa il fischietto di gara Girgenti, che al 49’ chiama a sé Miranda, mandandolo anzitempo sotto la doccia con la seconda ammonizione -più che giusta- di giornata. Si prospettano 45 minuti piuttosto difficili per i gialloblu.

I trapanesi approfittano subito della superiorità numerica: le conclusioni più pericolose portano il nome di D’Aguanno, resosi pericoloso in almeno un paio di occasioni dalle parti di Fiduccia -di testa al 51’ con palla sull’out, e di destro al 65’ con la conclusione a giro che sorvola la traversa- .

Si scatena Minutella dalla tribuna, quando al minuto 68’ vede l’arbitro fermare la volata a rete di Calabrese, per via di una posizione di offside assolutamente inventata.

Nel finale, gialloblu alla disperata con Landolina che si trasforma in attaccante di raccordo a caccia del goal del vantaggio; i padroni di casa provano a smuovere la calma piatta dell’incontro inserendo Piazza -tentativo che però risulta inutile- .

La parità numerica è ristabilita un attimo prima del fischio finale, al 94’, con l’espulsione diretta di Montemaggiore che di fatto non condiziona in alcun modo l’ultimo scorcio di gara, conclusa poco dopo dal triplice fischio di Girgenti.

Finisce ancora una volta a reti bianche per il Cefalù, e con lo 0-3 maturato dal Paceco a Finale, la capolista sembra adesso sfuggire a tutte. Sconfitte invece per Dattilo e Salemi che sorridono ai gialloblu, rispettivamente contro Delfini e Favignana: la situazione playoff pertanto rimane sotto controllo.

Il verdetto finale, che sancirà la vincitrice del campionato, potrebbe arrivare la settimana prossima nello scontro Paceco-Monreale.


 


Ligny Trapani 0-0 A.S.D. Cefalù Calcio

 

Ligny Trapani: 1 Ferrante, 2 Ciurlanda(63°Maltese amm.69’), 3 Bonanno,4 Montemaggiore(esp.94’), 5 Graziano, 6 Solina, 7 D’Aguanno(84’Scalera), 8 Gabriele, 9 Marrone, 10 Figuccio, 11 Spezia cap.(amm.29’;66’Piazza). All.Adragna. A disposizione: Ernandez, Catanese, Egele, Bertolino.

A.S.D. Cefalù Calcio: 1 Fiduccia, 2 Mantia(amm.57’), 3 Raimondi, 4 Geraci cap. , 5 Miranda(amm.16’-49’), 6 Spinella, 7 Zangara(54’D’Amico), 8 Moi(amm.72’), 9 Calabrese, 10 Sferruzza(66’Landolina), 11 Buonocore. All.Restivo. A disposizione: Papa, Alfonzo, Ducato, Milia, Sall.

Arbitro: Girgenti di Agrigento

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it