A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Giampiero Clemente, visita a sorpresa allo Stadio S.Barbara!


Sorpresa, ma anche tanta emozione oggi al campo di allenamento del S.Barbara: a fare visita allo staff e a tutta quanta la squadra c’è Giampiero Clemente, 36 anni, tanti goal con tante maglie, per una grande carriera vissuta fra i professionisti.

L’attaccante - giunto qui per una visita di piacere - viene spesso da queste parti durante le vacanze, eppure eccolo in gruppo, accompagnato dal fratello Marco, a faticare sotto il caldo torrido come tutti gli altri, come un ragazzo qualunque, umile e pieno di entusiasmo. Gli scarpini adesso sono appesi al chiodo, ma la classe da campione è ancora lì, intatta, e dopo l’ultima stagione spesa a Taranto, per Clemente comincerà una nuova esperienza, quella di responsabile della scuola calcio Benevento, ruolo che si sente cucito addosso e con il quale spera di vivere ancora un’altra, grande carriera.

 

L’ INTERVISTA-

 1- “Giampiero, ormai sei di casa qui a Cefalù: cosa ti porta a tornare nella città dove sei cresciuto calcisticamente? Cosa ti piace di più di questo posto?”

 << Sono sempre stato innamorato di Cefalù, un posto bellissimo, che mi ha lanciato nel mondo del pallone. Ho molti amici da queste parti, e ogni estate vengo qui a trovarli. >>

 

2- “Sei sicuramente la figura calcistica di maggior successo che abbia mai vestito la maglia di questa città, quali ricordi hai della tua esperienza alla Cephaledium? Qual è stata l’accoglienza nei tuoi confronti e cosa porti ancora con te?

<< E’ stata la mia prima esperienza importante. Prima della Cephaledium giravo per tanti settori giovanili, poi finalmente mi è stata data la possibilità di giocare in campionato: ho sentito la tensione dei tre punti, l’emozione di giocare in quel campo fantastico e di lottare per il vertice… sono passati vent’anni, ho tanti bei ricordi. >>

 

3- “… E cosa è cambiato da allora a Cefalù, ma anche dentro di te, come persona? Ti senti cambiato?”

 << Certamente adesso si respira un’altra aria, almeno per quanto riguarda il calcio. E’ diverso da allora, ma mi fa piacere sapere che il nuovo presidente Cimino sta cercando di ricreare una grande squadra, per ritornare a quell’atmosfera. Per quanto riguarda me, ci sono 20 anni di differenza, nei quali ho fatto tante esperienze in giro per l’Italia. >>

 

4- “Dopo questa parentesi cefaludese hai avuto una gran carriera di fronte a te, ma ci sono degli obiettivi in particolare che ti sei posto all’inizio, ad esempio quello di raggiungere un giorno la Serie A?

 <<  La mia carriera si è chiusa. Adesso penso solo a formarmi come direttore sportivo, accumulare un bagaglio, e mi piacerebbe raggiungere categorie molto importanti in questa nuova veste. >>

 

5- “Considerando la carriera che hai avuto, ti ritieni una persona fortunata oppure, come pensano in tanti, avresti meritato qualcosa di più a livello di palcoscenico?”

 << Penso di aver vissuto un’ottima carriera, molti dicono che mi sia sprecato a giocare in certe categorie, ma ognuno vive la propria vita e fa delle scelte. Gli eventi che sono capitati nella mia vita mi hanno permesso di arrivare dove sono. >>

 

6- “Hai vestito tante maglie, ma quali di queste ti hanno suscitato più emozioni?”

 << I cinque anni passati al Benevento sono stati davvero speciali e importanti per la mia carriera. Certamente ricordo anche la parentesi a Perugia, ma porto nel cuore ognuna delle città in cui ho giocato, tutte quante hanno impresso qualcosa dentro di me. >>

 

7- “Al termine dell’ultima stagione hai lasciato il calcio giocato per una nuova avventura, quella di responsabile della scuola calcio Benevento. Il motivo di questa decisione? Cosa credi che insegnerai ai ragazzi che vorranno avere una carriera come la tua?”

 << Mi è stata offerta questa bella opportunità da una grande società - che spero riesca ad approdare in B - , e soprattutto mi è stata fatta nel momento giusto. Intendo formare i ragazzi sotto ogni minimo aspetto, specie dal punto di vista umano, visto che parliamo di ragazzini dai 5 ai 13 anni. >>

 

8- “Un’ultima considerazione su questo nuovo Cefalù Calcio: come hai trovato la squadra? Tiferai per noi nel prossimo campionato di Promozione?”

 << Ho trovato un buon gruppo, molto affiatato. C’è grande collaborazione con tutto quanto lo staff, mi ha davvero colpito tutto, eccetto il campo, che fa male vederlo ridotto in queste condizioni. Tiferò certamente per il Cefalù nella prossima stagione, sperando che sia un anno di successi per questa città! >>


 

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.

3219051
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Settimana Scorsa
Questo Mese
Mese Scorso
Totale Visite
2646
0
2646
0
38957
81964
3219051

Tuo IP: 5.9.18.7