A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

CUS-Cefalù finisce 2-1: Vitale, beffa all’ultimo respiro

Gialloblu avanti col capitano Villafranca dal dischetto. Nel CUS subentra Ferrara, che firma la rimonta insieme a Vitale


 


Prima dolorosissima sconfitta dopo undici giornate per il Cefalù Calcio, che tracolla in piena ‘zona Cesarini’ sul sintetico del Centro Sportivo Universitario di Palermo, casa del CUS. Ancora una volta, come in Coppa Italia, è beffa nei minuti finali, con un corner fatale indirizzato a rete da Vitale, decisivo con la sua incornata da tre punti che significano aggancio al secondo posto. Un risultato che costa l’imbattibilità ad un Cefalù ‘incerottato’ in assenza di Geraci –colpito dalla febbre all’ultimo minuto- e privo inoltre dell’infortunato Mantia e dello squalificato Caronia.

VILLAFRANCA SBROGLIA LA MATASSA- Tanto schematismo e pochi spunti nella prima frazione, per un match che vale l’alta classifica e non ammette errori. Le due compagini sanno bene cosa fare, e sfoggiano un calcio limpido senza mai lasciar spiragli. Gialloblu eccellenti dietro, ma manca qualche idea in fase di realizzazione. Soltanto un rigore, trasformato da Villafranca al 27’ può scuotere gli equilibri: bella la battuta del capitano che inganna Romano tirando centrale.

FERRARA METTE PAURA, VITALE SISTEMA I CONTI- Al termine dell’intervallo è tutto pronto per vedere in campo un ex Palermo, nonché bestia nera dei cefaludesi appena l’anno scorso con la maglia del Monreale: in una seconda frazione gemella della prima, soltanto l’estro di un espertissimo come Ferrara può regalare emozioni, e così è. Il numero 18 -appena subentrato- suona la carica e i suoi, pur nascosti nell’ombra rispetto alle prestazioni precedenti, ne traggono vantaggio: la prima staffilata dalla distanza al 57’ va a lambire il palo; tre minuti più tardi ci vuole un super Tarantino, ben piazzato sul colpo di testa dell’attaccante che mette di nuovo i brividi alla difesa ospite. Con coraggio, il Cus costruisce la terza occasione di giornata, stavolta con Reina di testa in tuffo (75’). Il Cefalù si rintana e lascia scorrere i minuti, finché Ferrara non colpisce sulla diagonale centrando il pari con un tiro imprendibile: esultanza incontenibile e senza maglietta per l’attaccante che si prende anche l’ammonizione. D’Amico è l’ultimo a crederci e provarci dei gialloblu all’83’, dando solo l’illusione del goal, il tutto prima della batosta finale del difensore giallorossonero, Vitale, che vale il 2-1 definitivo. Il risultato finale può anche far male, ma dimostra come questo pazzo campionato di Promozione sia pieno di insidie, anche per squadre d’alto rendimento come Cefalù e Rocca. La prossima insidia nel cammino cefaludese si chiama Campofelice, per un derby tutto da seguire allo stadio S.Barbara.


 


 

CUS 2-1 Cefalù

 

C.U.S. Palermo: (4-2-2-2) Romano; Bertolino, Vitale (amm.87’), Cannova, Amato cap. (amm.27’); Vivacqua (46’ Ferrara, amm.79’), Di Franco; Vassallo, Reina (amm.30’; 77’Castigliola); Russo (amm.55’); Lentini. All.Aprile. A disposizione: Insenna, Salvaggio, Severino, Melville, Di Palma.

 

A.S.D. Cefalù Calcio: (4-3-3) Tarantino; Badalamenti, Compagno (amm.89’), Restivo, Ingrassia (amm.64’); Ceraulo (amm.70’), D’Amico (amm.76’), Bertolino; Villafranca cap. (amm.59’), Sferruzza (63’Chiappone; 84’La Spisa), Tomasello (amm.35’; 50’Vegna, amm.80’). All.Minutella. A disposizione: Ciolino, Alfonzo, Emanuele, Alletto.

 

Arbitro: Scarantino di Caltanissetta

Reti: 27’Villafranca (rig.); 78’Ferrara; 90’+3’ Vitale

 

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

®Riproduzione riservata

 

 

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.

3219051
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Settimana Scorsa
Questo Mese
Mese Scorso
Totale Visite
2646
0
2646
0
38957
81964
3219051

Tuo IP: 5.9.18.7