A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Derby amaro: il Castelbuono fa festa con Falanga

Biancorossi avanti di misura fra le mura gialloblu con Tarantino sugli scudi. Nervi tesi e cartellino rosso per Pirrotta. Il braccio di ferro dura circa 100 minuti


 


E’ mancato solo il goal ad un Cefalù organizzato dietro, ma con poche idee nell’ ultimo terzo di campo. A spuntarla è il Castelbuono, più cinico, che centra la decima vittoria consecutiva in campionato al termine di una lunga gara. In uno dei derby più importanti degli ultimi anni, la vittoria dei biancorossi vale doppio e permette di spiccare il volo ad una sola lunghezza di distacco dalla capolista Rocca, stoppata a Campofelice dove non si è andati oltre lo 0-0.

OCCASIONI SPORADICHE- Partita ricca di sbadigli e avara di emozioni nei primi 45’, nei quali si vede un Cefalù leggermente superiore. Il Castelbuono, più impacciato, controlla dalle retrovie; le difese sono ermetiche e come risultato non si vede un grande spettacolo. La vera spina nel fianco per la difesa castelbuonese è Insinna, che prova spesso l’uno contro uno, ma trova un capitan Sardina e un Tarantino sempre preparati.

DOCCIA FREDDA CEFALU’-  Inizio shock per il Cefalù al rientro dagli spogliatoi, con la rete-lampo di Falanga al 52’: occasione fortuita, nella quale l’esterno offensivo riesce furbescamente a sfruttare il flipper e scavalcare il muro di maglie –Tarantino compreso- con un tocco morbido e letale. D’Amico tenta la timida reazione, con un gran tiro da fuori respinto dall’estremo difensore (proprio il numero uno ospite, omonimo del portiere gialloblu, si renderà protagonista nella ripresa con una gran prova). Proteste animate, minuti che scorrono e cartellini che sventolano nell’ultima parte di gara, con Pirrotta che lascia il campo anzitempo per proteste (68’) lasciando il Castelbuono in inferiorità numerica. Sospiro di sollievo per gli uomini di Scalia al 73’, quando la sventola di Caronia spiove sul secondo palo, dando solo l’impressione del goal. Tarantino, tra i migliori nelle file biancorosse, continua a mettersi in mostra nei minuti finali e in pieno recupero dicendo di no alle conclusioni -troppo lontane- di Ferrara e del nuovo acquisto Hien; troppo poco per smuovere le cose, senza un pizzico di verve agonistica in più. Minutella dovrà ridare lo smalto ai suoi nella prossima sfida di Finale, ancora in un derby, contro il Real Calcio.


 


Cefalù 0-1 Castelbuono

A.S.D. Cefalù Calcio (4-4-2): Tarantino; Badalamenti, Ferrara, Compagno, Ingrassia (81’Vaiana); Bertolino, D’Amico cap., Insinna (75’Hien), Fazio (65’ Sferruzza); Caronia (amm. 89’), Tomasello. All.Minutella. A disposizione: Fiduccia, Marsala, Amuzu, Mantia.

A.S.D. Castelbuono (4-4-2): Tarantino; Fricano (amm. 85’), Inserauto, Sardina cap. (amm. 72’), Rizzo; Bonomonte, Palazzo, Arena (amm. 41’), Falanga; Pirrotta (esp. 68’), Dragna. All.Scalia A disposizione: La Mattina, Bonanno, Marcoccio, Centorbi, Disalvo, Castiglia, Levantino.

Arbitro: Inzerillo di Palermo / ass. Farina (PA) – Minnone (Marsala)

Reti: 52’ Falanga

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it