A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Cefalù, tutto in discesa: che tris al Real Calcio!

Dopo aver iniziato male il 2015, i gialloblu si riscattano a Finale nel secondo derby consecutivo. In goal Insinna, Mannisi (AG) e D’Amico; Fiduccia subentra e para anche un rigore


 


Partita perfetta, Sabato perfetto. Il Cefalù torna da Finale con tre punti in tasca fondamentali, che donano nuova linfa e consapevolezza ad un gruppo rientrato dalla batosta interna col Castelbuono e costretto a tenere a bada il quarto posto. Il secondo derby di fila ha portato con sé il tanto ambito riscatto, contro una squadra, quella di mister Cinquegrani (squalificato, al suo posto siede in panchina Rizzo) rinnovata in sede di mercato, con innesti pericolosi ed ex quali Cicero e Geraci.

DUE SBERLE NEI PRIMI 45’- Dall’inizio alla fine il Real fa da sparring partner di fronte ad un Cefalù che si mette in evidenza con grandi giocate. Insinna firma il suo primo sigillo in maglia gialloblu dopo 17 minuti: rapidissima la verticalizzazione, che culmina con l’appoggio di Fazio per l’esterno offensivo, chiamato senza troppa difficoltà a trafiggere Nasca con un sinistro potente e preciso. La squadra di Minutella fa il suo dovere, orchestrando azioni corali degne di nota, premiate per la seconda volta al 29’: il raddoppio parte dai piedi di Ceraulo che scarica dai 20 metri, ma la traiettoria è sporcata da Mannisi che condanna Nasca a subire ancora.

D’AMICO-TRIS, FIDUCCIA MURA LA PORTA- La reazione -inconsistente- dei padroni di casa risiede tutta nei piedi di Geraci, che al 50’ mette i brividi su punizione: Tarantino per poco non rischia, ma agguanta la sfera in due tempi. Otto minuti più tardi strappa applausi Fazio, che cerca la gloria personale prima puntando l’uomo e infine lasciando partire dal lato corto un destro che si infrange in pieno sulla traversa. A 20’ dal termine, Tomasello procura ai suoi un calcio piazzato da ottima posizione: magistrale la pennellata di Ferrara per l’accorrente D’Amico che conclude al volo sul pallone spiovente, lasciando Nasca fuori causa. Le ormai fievoli speranze del Real si infrangono ancora contro un muro chiamato Fiduccia, che, a modo suo, si rende decisivo subentrando dalla panchina: minuto 78’, Tarantino travolge Città all’interno dell’area piccola e viene espulso; col Cefalù in dieci Tomasello abbandona e Fiduccia prende il posto tra i pali e dal dischetto si presenta Città, ma il riflesso dell’estremo difensore dagli undici metri è strabiliante e si rimane sul risultato di 0-3 che non cambierà più. Il Cefalù ha dimostrato a sé stesso –e al proprio allenatore- di che cosa è capace quando ogni cosa fila liscio e funziona come dovrebbe: una partita perfetta, capace di spazzare via ogni dubbio; mister Minutella questo lo sa, e da oggi anche i prossimi avversari. Sabato alle 15:00 si gioca Cefalù-Iniziativa San Piero Patti, e le grandi occasioni per riprendere quota e spiccare il volo non mancheranno.


 

Real Calcio VS Cefalù Calcio 3-0 | 10-01-2015


 

Real Calcio 0-3 Cefalù

Real Calcio (4-3-3): Nasca; Zafonte, Mannisi (amm.25’), Di Lorenzo (amm.85’), Arena; Cordova (52’Grimaldo), Geraci, Cicero (75’Longo); Giannusa, Città, Vitale (amm.72’; 77’Riccobene). All.Rizzo. A disposizione: Majewski, Corradino, Capuana, Pantina.

A.S.D. Cefalù Calcio (4-3-3): Tarantino (esp.78’); Compagno (74’Badalamenti), Bertolino, Ferrara (amm.84’), Ingrassia; Ceraulo, D’Amico, Caronia; Insinna (amm.76’; 77’Amuzu), Fazio (amm.44’), Tomasello (amm.37’; 79’Fiduccia). All.Minutella. A disposizione: Marsala, Mantia, Sferruzza, Hien.

Arbitro: Piazza di Palermo / ass. Vitrano-Calvaruso (PA)

Reti: 17’ Insinna; 29’ Mannisi (AG); 70’ D’Amico

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.