A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Cefalù-Stefanese finisce 2-1, ma se questo è calcio…

Cronaca di una brutta partita, con poco spettacolo e tanto nervosismo, in campo e non solo. Un espulso per parte, cacciati anche gli allenatori


 

 


Una partita triste, difficile, che lascia l’amaro in bocca a coloro che vi hanno assistito. Cefalù-Stefanese non è stato un incontro di calcio, ma una vera e propria guerra: troppe le interruzioni e i tafferugli in campo e tra gli spalti, con conseguenti perdite di tempo (almeno un quarto d’ora) e appena quattro minuti di recupero totali. Il quarto posto è cosa fatta per il Cefalù, ma tutto sembra passare in secondo piano.

POCO CALCIO, TANTI PUGNI- Al Cefalù (privo degli squalificati Caronia, Fazio, Compagno e dell’infortunato Ingrassia) basta raccogliere un solo punto per mettere in archivio il campionato e pensare esclusivamente ai playoff. Sul campo ci sono i presupposti per una gara tirata che assume in tutto e per tutto le sembianze di un derby. Tantissimi gli ex in campo: Arno, Villafranca, Buonocore, Tarantino e Schicchi (che entrerà a match in corso), passando per la panchina dove siede l’ex Cephaledium Mirko Spataro. Sul rettangolo di gioco, però, non si vede un briciolo di spettacolo. Il taccuino degli appunti resta immacolato sino alla fine della prima frazione, inchiodata sullo 0-0. Prima, lunghissima, interruzione di gioco a partire dal 20’ quando infuria una rissa proprio di fronte la panchina del tecnico Minutella, che fa le spese lasciando il campo insieme a Spataro, Badalamenti e Buonocore, il tutto per una semplice rimessa laterale. Le squadre rimangono in dieci uomini e senza allenatore, ma in mezzo al parapiglia generale - dove volano calci e pugni - molti altri non sono stati puniti. La partita riprenderà vita sino allo scadere, ma il recupero sarà di soli due minuti.

VITTORIA ALLO SCADERE- Acquietati gli animi (almeno in apparenza) la ripresa può avere inizio. Finalmente si intravede qualche barlume di gioco, con i gialloblu che scendono in campo con spirito rinnovato, nel tentativo di prendere le redini dell’incontro. D’Amico e Ceraulo sono i più pericolosi, ma al 74’ arriva l’1-0 che suona come una beffa: Ribaudo si invola sulla destra bruciando Ferrara e scodellando al centro per la testa di Scarpinato, con la respinta di Tarantino che non serve a nulla. Sono minuti concitati quelli che precedono il pareggio dei padroni di casa: in campo infuria una vera e propria battaglia nella battaglia, fatta di nervi. Urlo di liberazione per i tifosi cefaludesi all’86’, quando sul cross di Cane segue la topica di Inferrera e la deviazione, fortuita, ad opera di Tomasello che ristabilisce l’equilibrio. Esplode nuovamente di gioia il S.Barbara quando al 90’+1’ Hien piomba sul traversone di Compagno M. e trafigge un maldestro estremo difensore. Finisce 2-1; Il quarto posto e i playoff sono una certezza, ma restano da giocare due partite che saranno un allenamento in vista dei playoff, in attesa di conoscere l’altra semifinalista (Cus o Castelbuono). Eppure, a nessuno sembra importare tutto questo, quando in un campo di calcio si vede poco o nulla di quello che, a volte, fatichiamo a chiamare sport.


 

 


Cefalù 2-1 Stefanese

A.S.D. Cefalù Calcio (4-3-3): Tarantino; Compagno M., Ferrara (77’ Hien), Bertolino (amm. 60’), Badalamenti (esp. 20’); Ceraulo, D’Amico cap., Amuzu; Insinna (amm. 11’; 79’ Cane), Tomasello, Sferruzza. All. Minutella. A disposizione: Fiduccia A., Mantia, Marsala, Fiduccia D., Vaiana.

Stefanese (4-4-2): Inferrera; Mascaria, Arno (amm.75’), Patti (48’ Schicchi), Todaro (62’ Barbari); D’Arrigo, Villafranca cap., Tarantino (65’ Di Girolamo), Buonocore G. (esp. 20’); Ribaudo, Scarpinato (amm. 52’). All. Spataro. A disposizione: Russo, Buonocore R., Negrone, Grillo.

Arbitro: Pulejo di Palermo / ass. Pellitteri – Parrinello (PA)

Reti: 74’ Scarpinato; 86’ Tomasello, 90’+1’ Hien

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.