A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Sconfitta indolore (1-2) contro i campioni del Rocca

Negli ultimi 90’ di Promozione il Cefalù saluta i propri tifosi con una sconfitta ininfluente ai fini della classifica


 

 


Nient’ altro che un test allo stadio S.Barbara al capolinea di un campionato che non ha nulla più da dire per Cefalù e Rocca. Per i gialloblu si è trattato di un allenamento di prestigio in vista dei playoff, mentre per i freschi campioni della Promozione, ormai pronti all’ approdo diretto in Eccellenza, una semplice passerella d’onore. Al termine dei 90’, dopo uno scialbo incontro (lontano parente di quello spettacolare visto all’ andata, terminato con un 3-2 in favore dei messinesi) il risultato recita un 1-2 che conta poco. Negli altri campi, al contrario, infuria la lotta per non retrocedere.

Le squadre scendono in campo prive dei loro allenatori. Minutella e Ferrara, squalificati, siedono vicini in tribuna. Gli ospiti giungono a Cefalù con appena tredici uomini in distinta, schierandosi nel rettangolo di gioco con molti elementi provenienti dalla juniores.

Trazione anteriore per i leoni in maglia a scacchi, con il duo avanzato Biondo-Cannavò – in bagarre nella classifica capocannonieri – e i pericolosissimi Zingales e Milia in mezzo al campo. Ad avere la meglio nel primo tempo però è il Cefalù che va subito avanti dopo cinque minuti. Tomasello va a rete dalla breve distanza, dovendo solo depositare di testa sulla respinta di Caserta, che non neutralizza a dovere il tiro di Insinna. Altri sussulti, tutti ad appannaggio del Cefalù, con Ceraulo che al 24’ effettua un controllo elegante della sfera e inventa un sinistro al volo potentissimo, ma è strepitoso l’ intervento all’ angolo di Caserta. Sferruzza, dieci minuti più tardi, prova e riprova da solo: finta e controfinta sui marcatori, ma il sinistro partito dall’interno dell’area è impreciso.

Al rientro in campo un Rocca dapprima attendista decide di mostrare un assaggio della propria forza che ha permesso negli ultimi mesi alla squadra di Ferrara di stravincere il campionato di Promozione. Ecco allora che bastano cinque minuti a Cannavò per mettere subito in chiaro le cose: diagonale vincente del numero undici non potente ma precisissimo, che termina sul primo palo alle spalle di Fiduccia. Altri sette minuti e a invertire il risultato stavolta è Biondo, che destreggiandosi in area fa fuori tutti e come ciliegina sulla torta consegna ai suoi la rimonta scavalcando Fiduccia con un delizioso pallonetto. Poco altro dopo il vantaggio, soltanto una timida reazione ad opera di Ceraulo al 60’, ma sul destro da fuori potente Caserta, in due tempi, c’è.

Il derby tanto pronosticato per la semifinale di playoff tra Castelbuono e Cefalù è adesso certezza: i biancorossi, clamorosamente sconfitti a S.Agata (3-1) chiudono terzi a sole tre lunghezze dal Cus, che vince a Merì (2-0) e blinda la seconda posizione. Molto più intricata e avvincente la lotta salvezza: il Real vince col brivido (2-3) a Galati ed evita così i playout ai danni dell’Iniziativa. Stacca il biglietto per i playout – insieme a Sinagra e Campofelice - anche la Stefanese, che passa di misura (0-1) a Castelbuono, mentre la Ciappazzi saluta la Promozione. Testa rivolta ai playoff adesso in casa Cefalù: la partitissima del Failla è prevista per la prossima settimana e dirà chi tra le due contendenti affronterà in finale il C.U.S. Palermo.


 

 


Cefalù 1-2 Rocca

Cefalù (4-3-3): Fiduccia cap.; Compagno M., Compagno F., Bertolino, Ferrara; Insinna, Ceraulo, Amuzu (51’ Cane); Vaiana (46’ Hien), Tomasello (46’ Fiduccia D., amm. 84’), Sferruzza. All. Minutella. A disposizione: Ingrassia, D’Amico, Mantia, Caronia.

Rocca (4-4-2): Caserta; Protopapa (amm. 67’), Naro, Galati, Lucarelli; Milia (80’ Fabio), Zingales, Perdichizzi (90’ Maisano), Basile: Biondo, Cannavò. All. Ferrara.

Arbitro: Fantaccione di Palermo /ass. Esposito – Ciacia (PA)

Reti: 5’ Tomasello; 50’ Cannavò; 57’ Biondo.

L’addetto stampa – Gianmarco Cesare – www.cefalucalcio.it