A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Cefalù senza paura: vince e convince contro la Nuova Sancis

Banco di prova difficile per la squadra gialloblu che quest’oggi affronta la seconda potenza del campionato, in una partita che doveva confermare le buone impressioni date nella partita della scorsa settimana contro il Menfi.

Squadra che non vince non si cambia e mister Minutella opta per il 4-4-2 con la stessa formazione cha ha battuto per 3 a 0 la squadra agrigentina.

Il Cefalù inizia subito premendo sull’acceleratore mettendo in serie difficoltà gli avversari ma, il primo brivido, lo regalano i padroni di casa, che approfittano di un errore di Russo per trovarsi a tu per tu con Fiduccia che, con grande agilità, devia il pallone con il piede e impedisce il gol.

Pochi minuti dopo è il Cefalù ad esser pericoloso, con un gran tiro, su punizione, di Di Domenico dal vertice dell’area di rigore, con Scaglione che devia come può la sfera in corner.

Il Cefalù continua a pressare, mettendo in difficoltà la retroguardia avversaria, quasi sorpresa da questa cattiveria agonistica messa dagli ospiti.

Intono alla mezz’ora, un uscita a valanga di Fiduccia mette in serie difficoltà il direttore di gara che viene subito accerchiato da un gran numero di giocatori della Sancis che vorrebbero l’espulsione dell’estremo difensore gialloblu, reo di aver toccato la sfera fuori dall’area. Per l’arbitro è ammonizione e punizione dal limite.

Dopo svariati attacchi arriva, finalmente, il meritatissimo vantaggio gialloblu, al 35° minuto, con Sferruzza. Il giovane cefaludese riceve palla dalla sua tre quarti e si invola verso l’area di rigore. Entra e fa partire un tiro molto angolato che bacia il palo interno e si insacca.

Si va al riposo con un inatteso, ma giusto per i valori visti in campo, 0a1. In questa prima frazione si è vista una squadra attenta, cinica ma, soprattutto molto unita. Ovviamente con qualche sbavatura e qualcosa ancora da ridefinire ma, un risultato che ha rispecchiato al meglio la situazione in campo.

Nella ripresa, a salire in cattedra è ancora una volta Fiduccia che salva con un bel colpo di reni su tiro dalla lunga distanze e travolge un attaccante avversario. La squadra di casa invoca il rigore ma la scelta del direttore di gara e corretta.

Al 51° minuto viene annullato un gol al Cefalù: Orlando elude la linea difensiva del Sancis e a tu per tu con il portiere non sbaglia ma, per il guardalinee, il giocatore gialloblu era partito da posizione irregolare.

La Nuova Sancis inizia a crescere ed essere pericolosa con Fiduccia e i suoi che si chiudono a riccio per evitare il gol del pareggio. Proprio in una di queste azioni, il Cefalù riesce a rubare palla e innescare il contropiede di Sferruzza che, sulla destra inizia a correre verso l’area di rigore; supera Rinaudo ma, in area viene atterrato da Bonfardeci. Doppia ammonizione per lui e rosso.

Sul dischetto va Orlando che realizza, tirando ben piazzato sulla destra, con il portiere che indovina il lato ma non può mai arrivarci.

Gli animi iniziano a riscaldarsi, forse un po' troppo, e la partita ne inizia pure a risentirne. Al 80° minuto viene allontanato pure l’allenatore dei padroni di casa per proteste.

Il Cefalù va vicinissimo al 3 a 0 con Fazio, con la conclusione del cefaludese che colpisce in pieno il palo interno per poi uscire fuori.

Al 85° i padroni di casa accorciano le distanze su calcio d’angolo, rete realizzata da Vicari. La stanchezza inizia a farsi sentire e i padroni di casa iniziano a mettere il fiato sul collo della squadra normanna che, molto ordinatamente però, riesce a difendersi fino al 95° minuto, quando il direttore di gara decide di concludere le ostilità.

 

C’è veramente da dirlo: chi non ha visto questa partita si è perso un Cefalù SPET TA CO LA RE dove l’undici gialloblu, non solo, ha stra meritato di vincere la partita ma, soprattutto, ha dimostrato di poter competere contro chiunque in questo campionato!  Un Cefalù che se l’è giocata ad armi pari (se non di più) contro la seconda forza del campionato, espugnando, inoltre, uno dei campi più difficili di questo girone.

La nota positiva non è solo la seconda vittoria consecutiva e la conferma del gruppo ma anche la fine del mal di trasferta gialloblu. Una squadra che inizia veramente a brillare e che, quest’oggi, ha dimostrato di poter mantenere lo status di forma visto in campo durante la partita contro il Menfi, non era un semplice fuoco di paglia.

Che finalmente la squadra stia iniziando a capire il suo vero potenziale? Che la “zucca” di inizio campionato, si stia finalmente trasformando nella carrozza che, guidata da Mister Minutella, può veramente raggiungere la salvezza?

Tra 7 giorni un altro banco di prova importante nel derby contro il Real Finale, e li è vietato sbagliare!

 

Nuova Sancis: Scaglione, Talia, Intravia (75° min, Vicari), Ikka, Costanza, Bonfardeci (somm. di ammonizioni, 59° min), Rinaudo, Scorsso, Butera (75° min, D’Aleo), Di Maggio, Franzella (65°min, Iaia)

Panchina: Kevin, Capitelli, Russo, Alfano

Cefalù CalcioFiduccia, Badalamenti, Bisogno, Lo Bianco, Russo, Fazio, Tralongo (77° min, Liberto), Orlando, Cangelosi, Sferruzza

Panchina: Ciolino, Fiduccia D., Vaiana, Firrito, Cassata

Arbitro: Sign. Di Cara

Assistenti: Girgenti, Gambino
Reti: 35° min, Sferruzza (Cef.); 59° min, rig. Orlando (Cef.), 85° min, Vicari (N.S.)

 

Matteo Di Fina

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.