A.S.D. Cefalù Calcio

Associazione Sportiva Dilettantistica

Il Cefalù c'è! Vince anche contro il Castellammare

E’ un pomeriggio grigio quello al Santa Barbara di Cefalù e non solo per le condizioni climatiche della giornata. Nella città normanna va in scena la prima giornata di ritorno del campionato di Promozione tra Cefalù Calcio e Castellammare, squadra che occupa la seconda piazza della classifica.

Nella giornata di ieri, la squadra gialloblu, in accordo con la squadra trapanese, aveva cercato di spostare la partita odierna, per i tristi avvenimenti occorsi l’altro ieri, ma la Lega ha respinto il richiesta ed entrambe le squadre, alle ore 15.00 c’è stato il calcio d’inizio.

Ma, a volte, il calcio può regalare anche grandi emozioni e al fischio di inizio del signor Pomara di Palermo, le squadre si sono fermate per un minuto. Un minuto di silenzio con i 22 giocatori delle squadre fermi in mezzo al campo, rotto successivamente dall’applauso del pubblico presente.

La prima fazione di gara vede molto equilibrio in campo, con il Cefalù e il Castellammare che si punzecchiano senza mai farsi troppo male, con gli estremi difensori inoperosi. L’unica vera grande occasione l’hanno avuta gli ospiti al 21° minuto di gioco, su calcio d’angolo. La sfera viene spizzata all’interno dell’area di rigore di testa che supera Fiduccia; nel tentativo di spingerla in rete, Norfo carica troppo e tira alle stelle, mettendo qualche brivido ai tifosi di casa.

Nella ripresa, le squadre continuano questa fase di studio, con il Cefalù che inizia a farsi più pericoloso in avanti, grazie anche alla grande giornata di Sferruzza che quest’oggi è sembrato in formissima. Lo stesso attaccante, dai 40 metri, fa partire un bolide (52°) che termina di qualche centimetro alto sopra la traversa.

La partita sembra bloccata ma, al 80°, arriva l’episodio che cambia le carte in tavola: il Cefalù conquista un calcio di rigore, per fallo di mano all’interno dell’area. Si accende un capannello attorno al direttore di gara e, a farne le spese, sono Fazio e Norfo, a cui viene sventolato il giallo. Per il giocatore gialloblu è il secondo e viene espulso. Dal dischetto va Zangara che, con precisione, batte il portiere avversario, calciando al lato sinistro. Il portiere indovina ma non prende. L’attaccante cefaludese, con un gesto di rispetto e di affetto, si toglie la casacca e mostra la maglietta “ciao Peppe” in ricordo di Giuseppe Cammarata.

Nei seguenti minuti, un’incessante manovra offensiva del Castellammare, vedrà i padroni di casa subire ma difendersi ordinatamente, riuscendo pure a causare non qualche problema alla squadra trapanese, portatasi tutta in avanti alla disperata ricerca del gol del pareggio.

Inizia bene questo 2016, con una bella ed importante vittoria su una delle squadre che lotta per i Playoff. Da apprezzare soprattutto la forza del gruppo: quest’oggi l’undici sceso in campo ha dato una grande dimostrazione di carattere, in una giornata difficile e, soprattutto, molto triste come quella vissuta quest’oggi.

 

 

Il Cefalù vince e convince dimostrando di non dover aver timore di nessuno. Una vittoria importante, dedicata a Giuseppe Cammarata.

 

Cefalù CalcioFiduccia A.Badalamenti, Bisogno, Lo Bianco (58° min, Tralongo), Di Domenico, Russo V.Fazio (82° min, somm. di ammonizioni), Russo G., Norato, Zangara, Sferruzza (85° min, Liberto)

Panchina: Ciolino, Mancuso, Fiduccia D., Cavoli, Rajmondo

 

Castellamare: Costantino, Trapolino S., Di Giuseppe, Como, Brarone, Trapolino S. (70° min, Amodeo), Di Bartolo, Norfo, Pizzolato (85° min, Mione G.), Vitale (50° min, Amodeo)

Panchina: Cutrera, Turano, Dara, Mione F.

Arbitro: Sign. Pomara (Palermo)

Assistenti: Lanuto (Barcellona), Girgenti (Palermo)

Per i veri sportivi: Set Doccia Professionale
Clicca sull'immaggine per guardare l'offerta e te riservata.